Incontro e concerto di Hafid Moussaoui, ‘la voce del deserto’ – Canto, ritmi e suoni dall’Algeria

Domenica 12 Novembre alle 19 Hafid Moussaoui ci guiderà alla scoperta dell’oud, conosciuto come “il principe della musica araba”

Esistono testimonianze sull’esistenza dell’oud già nell’antica Mesopotamia e nell’antico Egitto. Nel IX secolo il giurista di Baghdad Miwardi utilizzava l’oud nel trattamento delle malattie, e questa idea prese piede e perdurò fino al secolo XIX: l’oud vivifica il corpo, proprio perché agisce sugli umori corporali, rimettendoli in equilibrio. E’ considerato terapeutico, nella sua capacità di rinvigorire e donare calma al cuore allo stesso tempo. Dalla Spagna islamica, nel X secolo, è importato in Europa, dove diviene presto lo strumento preferito per accompagnare la musica di corte.

Hafid Moussaoui, considerato uno dei migliori virtuosi di Oud algerino, nato da una famiglia di musicisti originari di Bechar , città del deserto algerino, ha vinto numerosi concorsi musicali e ha suonato per importanti istituzioni internazionali come il Consolato Francese di Algeri, la Maison de la Culture de Tlemcen,L’Istituto Francese di Algeri, nella prestigiosa Sala El Mougar davanti al Parlamento Algerino.

Attivo in diversi campi artistici (teatro, danza, musica per il cinema) ha collaborato con musicisti internazionali americani, francesi e tedeschi suonando in prestigiose sale da concerto. Hafid ricopre la carica di Direttore dell’Atelier Musicale dell’Università di Tlemcen.

Ingresso: 10€ quale sostegno all’organizzazione del concerto e delle tante attività culturali e artistiche proposte ai soci di Officina GRIOT. Tessera associativa eventi in omaggio.
E’ gradita la prenotazione via mail a [email protected]

 

Creative Commons Attribuzione

I contenuti di questo sito sono rilasciati con la licenza
Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported License
ad esclusione delle immagini di copertina.

VisaMastercard Carta prepagata PayPalPostepayAmerican Express Carta Aura