8 luglio 2007, ore 19.00: Malìa Bahia di Lisa Ginzburg Interviene Augusto Omolú

Presentazione del libro Malìa Bahia di Lisa Ginzburg
Interviene Augusto Omolú, coreografo, danzatore e attore

 

Sarà presente l’autrice

 

La malìa è trappola e incanto, e di trappola e incanto la città sembra voler raccontare a chi se ne appassiona. È una innamorata solo in apparenza infedele e libertina, e invece serissima. Una illusione faticosa, foriera di grandi dispiaceri, ma capace di rinnovarsi ogni volta che la si vorrebbe abbandonare. Un mondo che canta e balla quando vorrebbe piangere. Che sa ridere beffardo come trainasse sempre dietro di sé un gigantesco carro di carnevale. Una comunità nera, povera, che non si lascia mai, resta unita a dispetto di tutto, e una minoranza ricca, bianca, che vive il proprio maggior agio in solitudine e quasi in silenzio. Un mare che certe mattine è azzurro e verde e vuole dirti: «Rimani, non andartene». Un aeroporto che si guarda dalla macchina pensando che si potrebbe non volare mai più, rimanere qui a vedere alternarsi la luce squillante, l’umido e la pioggia. Una malìa. Pericolosa, meravigliosa insidiosa.

Malia Bahia
Lisa Ginzburg  
Casa editrice: Laterza 
Collana: Contromano 
Anno pubblicazione: 2007 
Prezzo: 9,00 
Pag: 112 

Creative Commons Attribuzione

I contenuti di questo sito sono rilasciati con la licenza
Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported License
ad esclusione delle immagini di copertina.