“Decolonizzare la mente”: Ngũgĩ wa Thiong’o a Roma!

Mercoledì 20 maggio, alle 17.00, GRIOT vi invita a incontrare lo scrittore e intellettuale kenyano Ngũgĩ wa Thiong’o presso l’auditorium dell’Istituto Centrale per i Beni Sonori e Audiovisivi di Roma

Interverranno la giornalista Maria Teresa Carbone, curatrice del volume “Decolonizzare la mente”, Goffredo Fofi, critico letterario e direttore della rivista “Lo Straniero”, e Alessandro Triulzi, docente di Storia africana all’Università “L’Orientale” di Napoli. Introdurrà con un saluto il direttore dell’ICBSA Massimo Pistacchi

Ngugi_wa_Thiong'o_-_Festivaletteratura_2012Ngũgĩ wa Thiong’o, scrittore, drammaturgo e saggista kenyano, è una delle figure intellettuali di maggiore rilievo non solo del continente africano, ma del panorama culturale mondiale. Con il volume “Decolonizzare la mente” (Jaca Book), i lettori italiani hanno oggi a disposizione quattro saggi di fondamentale importanza, per comprendere lo spessore intellettuale e artistico di questo personaggio. I saggi rappresentano la summa di un pensiero plasmato da anni di studio e dolorose esperienze vissute in prima persona. In particolare, la scelta di scrivere una pièce di critica al potere nella sua lingua madre, il gikuyu, in modo da poter essere compreso da ogni strato di pubblico, gli costò nel 1978 un anno di detenzione. Fu in quei mesi che l’autore maturò la convinzione che «l’arma più grande scatenata ogni giorno dall’imperialismo contro la sfida collettiva degli oppressi è la bomba culturale, una bomba che annulla la fiducia di un popolo nel proprio nome, nella propria lingua, nelle proprie capacità e in definitiva in se stesso». Si tratta, come si capisce, di questioni ancora oggi di vitale importanza, in un contesto di globalizzazione omologante da un lato e di revivalismi particolaristici dall’altro. Le riflessioni di Ngũgĩ wa Thiong’o, uno degli intellettuali più raffinati e lucidi della contemporaneità, hanno il potere di mettere in discussione categorie mentali e culturali date per scontate, che finiscono per riprodurre strutture di dominio e pregiudizi difficili da estirpare.

Mercoledì 20 maggio, alle ore 17.00, GRIOT vi invita a incontrare Ngũgĩ wa Thiong’o, in occasione della presentazione romana del libro “Decolonizzare la mente”. L’incontro si terrà presso l’Auditorium dell’Istituto Centrale per i Beni Sonori e Audiovisivi di Roma, in via Michelangelo Caetani 32. A dialogare con lui ci sarà la giornalista e traduttrice Maria Teresa Carbone, curatrice del volume “Decolonizzare la mente”, il critico letterario Goffredo Fofi, direttore della rivista “Lo Straniero”, e il professor Alessandro Triulzi, docente di Storia dell’Africa presso l’Università di Napoli “L’Orientale”. Introdurrà con un saluto il direttore dell’ICBSA Massimo Pistacchi

 

Creative Commons Attribuzione

I contenuti di questo sito sono rilasciati con la licenza
Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported License
ad esclusione delle immagini di copertina.