Incontro del Gruppo di Lettura di GRIOT: “Il vaglia” di Sembène Ousmane

 

Sabato 21 marzo, dalle  11 alle 12.30 il gruppo di lettura della Libreria GRIOT continua il suo percorso attraverso i grandi libri della letteratura africana. Dopo Il crollo del nigeriano Chinua Achebe, e Il bevitore di vino di palma di Amos Tutuola, questa volta è il turno di uno scrittore-cineasta senegalese, Sembène Ousmane. “Il Vaglia” pubblicato in Italia da Jaca Book.

Il gruppo di lettura è aperto; non è necessario aver partecipato agli incontri precedenti.

Coordina Maria Teresa Carbone.

 

“Il Vaglia”: Una satira tagliente e spesso deliziosamente arguta della nuova borghesia africana post-indipendenza, divisa fra tradizioni patriarcali antiquate e una burocrazia negligente, rapace e inefficiente. Da questo libro Sembène Ousmane ha tratto anche un film dal titolo Mandabi (Il vaglia – Le mandat-, in francese), girato a colori in due versioni linguistiche, francese e wolof, premiato a Venezia nel 1968 con il Premio della critica internazionale. Apparso nel 1965, “Il Vaglia” è stato tradotto e pubblicato in Italia grazie a Jaca Book nel 1978.

La storia: Un uomo, Ibrahima Dieng, rispettabile padre di famiglia, riceve nel suo villaggio un vaglia da parte del fratello, partito a lavorare all’estero. Per poter incassare questo vaglia pero’, ci vuole una carta d’identità. E per avere una carta d’identità ci vuole un’estratto di nascita …. Insomma le difficoltà amministrative inevitabilmente mettono zizzannia nella famiglia, mentre il denaro, ancora non incassato, già viene speso e la situazione sfugge di mano. 

Sembène Ousmane: Padre del cinema senegalese e autore militante (1923-2007), Sembène Ousmane è stato uno dei personaggi che più hanno marcato il panorama culturale dell’Africa nel periodo immediatamente successivo all’indipendenza. Autore prolifico, fondatore nel 1969 del festival del cinema di Ouagadougou FESPACO, Sembène Ousmane nasce  nel 1923 a Ziguinchor nel sud del Senegal (Casamance); partecipa alla Seconda Guerra Mondiale nelle file dell’esercito francese. Dopo la guerra arriva a Marsiglia dove s’iscrive al partito comunista francese e inizia la sua attività di sindacalista,  milita contro la guerra in Indocina e per l’Indipendenza dell’Algeria.

All’inizio degli anni ’50 si dedica alla letteratura e nel 1956 esce il suo primo romanzo Le Docker noir (Lo scaricatore nero), un’opera autobiografica sull’esperienza dei lavoratori africani all’estero. Nei primi anni ’60 inizia ad avvicinarsi al cinema, sua antica passione, e decide di frequentare la scuola di cinema di Mosca e nel 1962 gira il suo primo cortometraggio, Borom Sarret (Il Carrettiere).

Il 1966 è un anno storico per il cinema africano: Ousmane realizza La noire de… (La Nera di…), il primo lungometraggio di finzione del regista senegalese e anche del cinema africano. Tra i suoi film: Ceddo (Il popolo, 1977), Campo Thiaroye (Campo Thiaroye, 1988) e Guelwaar (id., 1992) entrambi presentati in concorso alla Mostra del Cinema di Venezia, e appunto, “Il Vaglia”, premiato a Venezia nel 1968. L’ultima fatica cinematografica di Sembène Ousmane è stata Moolaadé (id. 2004), tra i pochi film africani ad essere stati distribuiti in Italia. 

Non esiste una voce italiana di Wikipedia su Sembène Ousmane. 

Link utili: 
http://fr.wikipedia.org/wiki/Ousmane_Sembène http://www.senegalaisement.com/senegal/ousmane_sembene.html

 

 

da Wikipedia Francia
Romanzi

  • 1956 : Le Docker noir
  • 1957 : Ô pays, mon beau peuple
  • 1960 : Les Bouts de bois de Dieu
  • 1962 : Voltaïque
  • 1964 : L’Harmattan
  • 1965 : Le Mandat
  • 2000 : Vehi-Ciosane, ou, Blanche-Genèse ; suivi du Mandat, Présence africaine.
  • 1973 : Xala, Présence Africaine, rééd. 1995
  • 1981 : Le Dernier de l’Empire
  • 1987 : Niiwam, suivi de Taaw (Éditions Présence africaine)
  • 2000 : Vehi-Ciosane, ou, Blanche-Genèse ; suivi du Mandat, Présence africaine, réed. 2000, ISBN 2708701703

 

Filmografia

  • 1963 : Borom Sarret, court-métrage
  • 1963 : L’Empire songhay, court-métrage documentaire
  • 1964 : Niaye
  • 1966 : La Noire de… (scénariste, réalisateur)
  • 1968 : Le Mandat (Mandabi) (scénariste, réalisateur)
  • 1970 : Taaw, court-métrage
  • 1971 : Emitaï (Dieu du tonnerre) (scénariste, réalisateur)
  • 1974 : Xala (scénariste, réalisateur)
  • 1976 : Ceddo (scénariste, réalisateur, acteur)
  • 1987 : Le Camp de Thiaroye (scénariste, réalisateur)
  • 1992 : Guelwaar
  • 2000 : Faat Kiné
  • 2003 : Moolaadé (scénariste, réalisateur)

Creative Commons Attribuzione

I contenuti di questo sito sono rilasciati con la licenza
Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported License
ad esclusione delle immagini di copertina.