Kan ma kan, ‘c’era una volta’: Il teatro delle ombre, il riso, il comico e le feste del folklore arabo

Sabato 20 febbraio alle ore 16.00, prosegue il ciclo di Seminari su “Le Società Arabo Islamice. L’arte del racconto”, con un incontro curato dall’arabista Francesca Corrao, Professore ordinario di Lingua e letteratura araba all’Università Orientale di Napoli.

Kan ma kan, ‘c’era una volta’: Il teatro delle ombre, il riso, il comico e le feste del folklore arabo
 

Nella storia della letteratura araba di intrattenimento, la produzione popolare ha conosciuto momenti di alterna fortuna, e si è arricchita particolarmente grazie all’interazione tra la rivelazione coranica e le tradizioni letterarie e religiose di popoli e civiltà diverse. La cultura popolare dei nuovi convertiti è entrata infatti nell’orizzonte dell’immaginario islamico producendo nuove forme espressive e nuovi contenuti di cui si presenteranno le più esemplari caratteristiche tra comico, grottesco, storia e leggenda. Questo incontro permetterà di immergersi in un mondo magico abitato da saltimbanchi, imbonitori, buffoni e cantastorie che hanno percorso la cultura arabo-islamica.

*********  *********  *********  *********  *********  *********  *********

Il ciclo seminariale LE SOCIETA ARABO-ISLAMICHE, L’ARTE DEL RACCONTO si svolge presso la Libreria GRIOT dal 23 gennaio al 15 maggio. Articolato in 5 incontri a scadenza mensile (il Sabato alle 16.00 alle 19.00), il seminario propone a chi per ragioni professionali o per curiosità intellettuale, è interessato al mondo islamico un percorso di formazione accurato e originale che tocca diversi aspetti della produzione culturale arabo-islamica. Gli incontri, curati da diversi specialisti, si occuperanno della questione femminile, della funzione degli intellettuali ma soprattutto del potere e della forza della parola, proponendo a chi, per ragioni professionali o per curiosità intellettuale è interessato al mondo islamico, un percorso di formazione accurato e originale che tocca i diversi aspetti della produzione culturale arabo-islamica.

COME PARTECIPARE: E’ possibile iscriversi all’intero ciclo o partecipare ai singoli incontri, previa iscrizione. 160€ per la partecipazione a tutto il ciclo + quota associativa dell’Associazione “Officina GRIOT” 35€ per la partecipazione ad un singolo incontro più quota associativa.

Al termine di ciascun incontro verrà fornita ai partecipanti una scheda con bibliografia, sitografia, etc. Intervallo al bar della libreria dove sarà possibile ordinare caffè, té e pasticceria araba. Il calendario degli incontri

23 gennaio: La strega l’amante la sposa: immagini femminili nella letteratura araba, a cura di Oriana Capezio e Roberta Denaro

20 febbraio: Kan ma kan, ‘c’era una volta’: Il teatro delle ombre, il riso, il comico e le feste del folklore arabo, a cura di Francesca Corrao

20 marzo: Le donne, i cavalier, le armi, gli amori nell’epica araba, a cura di Giovanni Canova.

17 aprile: L’immaginario goloso: percorso tra cibi e storie dell’altra sponda del Mediterraneo accompagnato da cena araba.

15 maggio: Il peso della tradizione orale: il cinema arabo tra antichità e modernità, a cura di Tarek Ben Abdallah

Per le iscrizioni contattare: Associazione culturale Officina GRIOT Via di Santa Cecilia 1/A; 00153 Roma tel/fax. 06 58 33 41 16 email: [email protected]

Creative Commons Attribuzione

I contenuti di questo sito sono rilasciati con la licenza
Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported License
ad esclusione delle immagini di copertina.