La Giornata mondiale del libro si tinge di Africa!

Port Harcourt, in Nigeria, sarà da oggi la capitale mondiale del libro per il 2014! Per festeggiare con voi, da oggi e fino a domenica 27 aprile vi aspettiamo in libreria con uno sconto del 10% su tutti i libri!

1003px-Un-nigeriaIl 23 aprile si celebra la Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore. Istituita dall’UNESCO nel 1996, ha come scopo quello di incoraggiare a scoprire il piacere della lettura e a valorizzare il contributo che gli autori danno al progresso sociale e culturale dell’umanità (cit. Wikipedia). Una giornata che naturalmente GRIOT vuole celebrare assieme a tutti i suoi fedeli amici-lettori, quest’anno con un motivo in più: a partire da oggi e per un anno, infatti, sarà la città nigeriana di Port Harcourt la capitale mondiale del libro! E’ la prima volta che una città dell’Africa sub-sahariana ottiene questo riconoscimento, dal nostro punto di vista quasi obbligato per un paese che vanta una scena letteraria vivacissima, diversificata e soprattutto conosciuta e apprezzata in tutto il mondo e da pubblici vari. Ricordare uno per uno i grandi autori che la Nigeria ha donato al mondo sarebbe impresa lunga e sicuramente dimenticheremmo qualcuno: ne abbiamo voluto comunque scegliere quattro, molto amati da noi griotte per motivi diversi. Innanzitutto, Chinua Achebe, uno dei grandi padri della letteratura africana, scomparso a marzo dello scorso anno e autore di opere fondamentali come “Il crollo”, “La freccia di Dio”, “Ormai a disagio”. Tradotti in italiano, ma purtroppo fuori catalogo, attendiamo da anni che qualche casa editrice si decida a riproporli!
Wole Soyinka, grande scrittore e drammaturgo, la cui opera ha travalicato i confini del continente per imporsi con la sua eccellenza anche a un pubblico occidentale, fino a conquistare nel 1986 il Premio Nobel per la letteratura.
Ken Saro Wiwa, scrittore, poeta, attivista e produttore televisivo, tra gli intellettuali più significativi dell’Africa postcoloniale, giustiziato nel ’95 dal regime del suo paese per la sua lotta in difesa del popolo ogoni e del territorio del Delta del Niger, devastato dalle multinazionali del petrolio. Il suo immenso “Sozaboy” è una delle più profonde e disarmanti riflessioni sulla guerra dal punto di vista di chi finisce triturato nei suoi funesti ingranaggi.
Infine, Chimamanda Ngozi Adichie, brillante scrittrice per la quale – lo confessiamo – noi di GRIOT abbiamo tutte un debole. Abbiamo amato il suo “L’ibisco viola”, consigliandolo a moltissime insegnanti che continuano a farlo leggere ai loro studenti; abbiamo letteralmente venerato “Metà di un sole giallo”, come ben sa chiunque di voi sia entrato in libreria chiedendo un consiglio su un romanzo da leggere e si è ritrovato in mano proprio questo libro di cui abbiamo sempre una discreta scorta; attendiamo con ansia la pubblicazione in italiano del nuovo romanzo, “Americanah”, che dovrebbe uscire quest’anno, e che alcune di noi hanno già letto in originale perché proprio non ce la facevamo ad aspettare…!

La lista, come già detto, è lunga e variegata. Noi vi aspettiamo in libreria per raccontarvela, e con l’occasione, vi offriamo fino a domenica 27 aprile uno sconto del 10% su tutti i nostri libri! Non lasciatevi sfuggire questa occasione: d’altra parte, leggere dei libri ci pare decisamente il modo migliore per festeggiare con noi questa giornata!

P.S. Venerdì 25 aprile, però, la libreria sarà chiusa, prendete nota!

Creative Commons Attribuzione

I contenuti di questo sito sono rilasciati con la licenza
Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported License
ad esclusione delle immagini di copertina.