Laboratorio di cultura arabo islamica: l’archeologia e l’arte islamica

Il 22 e il 23 febbraio si svolgerà il secondo appuntamento del laboratorio di cultura arabo islamica a cura di Francesca di Fulvio, dedicato all’archeologia e all’arte islamica

Il laboratorio illustrerà i tratti salienti della creatività musulmana, attraverso lo studio dell’archeologia, dell’architettura e delle arti applicate. Verranno analizzate le testimonianze archeologiche e le espressioni artistiche dei primi secoli dell’Islam. L’espressione “arte islamica” sta a indicare l’archeologia e l’arte dei popoli che professano la religione musulmana, ma essa attinge abbondantemente alle tradizioni delle culture preislamiche, in particolare quella bizantina e sasanide, si arricchisce nel corso dei secoli con elementi artistici originari della Mesopotamia, dell’India, dell’Asia centrale e dell’Estremo Oriente, e passa attraverso la cultura occidentale, fino a raggiungere una propria inconfondibile identità.

Modulo I: sabato 22 febbraio 15,30-18,00. La formazione della cultura materiale e artistica islamica, analisi delle architetture e delle forme artistiche e industriali nel periodo compreso fra il VII secolo e l’inizio del X.

Modulo II: domenica 23 febbraio 11,00-13,00. Gli Omayyadidi di Spagna, i Fatimidi d’Egitto, i Samanidi e i Selgiuchidi d’Iran, i Ghaznavidi d’Afghanistan. La formazione e lo sviluppo delle culture materiali “dinastiche” sviluppatesi all’interno del califfato abbaside di Baghdad nell’Occidente e nell’Oriente del califfato.

Per maggiori informazioni e iscrizioni: [email protected] – 06.58334116

Creative Commons Attribuzione

I contenuti di questo sito sono rilasciati con la licenza
Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported License
ad esclusione delle immagini di copertina.