Laboratorio di scrittura “Parole d’inchiostro”

Dieci incontri di teoria e pratica della scrittura, a cura di Cristina Biasini

La scrittura è il mezzo inventato dagli esseri umani per trasmettere il linguaggio (e quindi il pensiero) a distanza – distanza nel tempo, distanza nello spazio. La scrittura aiuta la memoria dei singoli e delle generazioni, avvicina gli amori lontani, facilita la diffusione di informazioni e notizie. La scrittura è utile, come sanno tutti quelli che una volta o l’altra hanno dovuto scrivere una lettera alla compagnia di assicurazioni, un curriculum, una cartolina alla nonna.

Ma chi ama scrivere sa anche che scrivere è bello. Sa che, quando prende la penna in mano o comincia a battere sulla tastiera, potrebbe scrivere quello che vuole, in piena libertà. Spesso, però, quello che abbiamo scritto non corrisponde a ciò che avevamo immaginato: non è un capolavoro (e va bene), ma soprattutto non siamo riusciti a dire ciò che volevamo dire. E così ci viene il dubbio che non saremo mai capaci di scrivere o che in realtà non abbiamo niente di interessante da dire.

Parole d’inchiostro vuole sfatare questi dubbi. Per scrivere bisogna non solo padroneggiare una tecnica, ma anche stare a contatto con se stessi, con i propri pensieri e le proprie emozioni. Ecco perché scrivere è innanzitutto una pratica: la pratica di capire ciò che si ha da dire attraverso la tecnica, talvolta faticosa e talvolta fluida e leggera, di metterlo nero su bianco.

Il laboratorio è rivolto a chiunque ami scrivere, per semplice passione o con intenti professionali, e desideri acquisire sia gli strumenti tecnici necessari per raccontare una storia, sia i metodi per alimentare la creatività.

Durante i dieci incontri, si alterneranno esercizi mirati soprattutto alla dimensione narrativa della scrittura, momenti di approfondimento teorico ebrainstorming, per confrontare le proprie idee con quelle altrui, individuare debolezze e punti di forza, trovare soluzioni.

Obiettivo del laboratorio è la stesura di un racconto per ogni partecipante.

Il programma del laboratorio è concepito in funzione di questo obiettivo e toccherà i temi seguenti:

  • da dove partire
  • strutturare una storia
  • i personaggi
  • il punto di vista
  • i dialoghi
  • creazione e revisione

Il laboratorio è curato da Cristina Biasini. Sceneggiatrice, Cristina è nata nel 1964 a Roma, dove vive e lavora. Il laboratorio di scrittura Parole d’inchiostro nasce dal desiderio di condividere una lunga esperienza nel campo della scrittura maturata attraverso un’attività professionale che, nel corso degli anni, ha battuto strade diverse: dalla redazione di voci di vocabolari e dizionari alla traduzione di saggi e articoli, dalla stesura di saggi teorico-filosofici all’editing di testi altrui, dalla fondazione di una rivista all’ideazione di personaggi e storie per la lunga serialità televisiva. Alla base di questo percorso, oltre naturalmente all’amore per la scrittura e al desiderio di provare cose nuove, una maturità classica al liceo “Mamiani” di Roma, una laurea in filosofia alla “Sapienza”, un dottorato di ricerca in filosofia del linguaggio all’Università di Palermo.

Info pratiche | Il laboratorio consisterà in dieci incontri di un’ora e trenta, ogni lunedi dalle 20 alle 21.30. Sarà attivato con un minimo di cinque iscritti. Per la partecipazioni  è necessaria l’adesione annuale all’Associazione Officina GRIOT (20,00 €). La quota complessiva di partecipazione è di 250 € . Le iscrizioni effettuate prima del 31 luglio beneficieranno di uno sconto del 20%.

Il corso prevede la partecipazione minima di cinque studenti e le iscrizioni saranno considerate automaticamente chiuse al raggiungimento di dieci iscritti, numero massimo di partecipanti al corso.

Per maggiori informazioni: scriveteci a [email protected] o chiamateci allo 06 58 33 41 16.


Creative Commons Attribuzione

I contenuti di questo sito sono rilasciati con la licenza
Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported License
ad esclusione delle immagini di copertina.