Le femmicide au Congo. Le corps de la femme transformé en champ de bataille

Sabato 13 marzo alle 18,30 la Libreria Caffè GRIOT, via di S.Cecilia 1/A, presenta “Le femmicide au Congo. Le corps de la femme transformé en champ de bataille” di Gaulthier Tshitenge Tshimawu, Edizioni Associate.

Sarà presente l’autore. 

Femmicide au CongoGli effetti sulle donne della decennale e devastante guerra nel nord-est della Repubblica democratica del Congo secondo lo studioso congolese Gaulthier Tshitenge Tshimawu; una guerra così crudele e sanguinaria (sono stati oltre tre milioni i morti) da essere definita “guerra mondiale africana” durante quale le donne sono state vittime indifese di infiniti abusi e violenze e i loro corpi trasformati in “campi di battaglia”.

La presentazione sarà anche un’occasione per raccontare l’originale progetto d’arte e solidarietà “Un sorriso dall’Africa”, promosso dall’associazione “Terre d’arte” e finanziato dalla Regione Lazio e dall’Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione del Comune di Roma. Il progetto ha lo scopo, attraverso le opere dell’artista Yuri Paolini di sensibilizzare sull’ insostenibile situazione in cui si trovano a vivere molte donne della Repubblica Democratica del Congo, ed in particolare nella regione del Kivu.

Gaulthier Tshitenge Tshimawu è nato nella Repubblica Democratica del Congo nel 1976. Si è laureato in Diritto all’Università di Kinshasa; successivamente ha ottenuto un dottorato in Diritto alla Pontificia Università Lateranense a Roma, dove vive attualmente. E’ segretario della Società civile Congolese in Italia, consigliere giuridico dell’associazione Salotto Africano e membro dell’associazione internazionale di Diritto Militare e diritto di guerra.

Creative Commons Attribuzione

I contenuti di questo sito sono rilasciati con la licenza
Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported License
ad esclusione delle immagini di copertina.