Parole dissidenti – Dialogo con Khaled Kalifa

Giovedì 7 aprile alle ore 18.30 GRIOT in collaborazione con l’Associazione “Un ponte per…” organizza un reading letterario delle opere dello scrittore siriano Khaled Khalifa presso il Teatro Formiche di Vetro (in Via dei Vascellari 40, a pochi metri da GRIOT!)

Sarà presente l’autore.

Introduce  Arturo Monaco, dottorando in Civiltà dell’Asia e dell’Africa (Università La Sapienza). Letture a cura del Teatro Formiche di Vetro.

khalifaKhaled Khalifa è nato nel 1964 ad Aleppo. Si è laureato in legge nel 1988. Per molti anni ha lavorato come sceneggiatore di diverse serie televisive. Dal 1993 in poi ha pubblicato diversi romanzi, fra i quali: “I quaderni dello zingaro”; “Elogio dell’odio” (ed Bompiani, 2011, traduzione di Francesca Prevedello); “Non ci sono coltelli nelle cucine di questa città” che ha valso all’autore la prestigiosa “medaglia Nagib Mahfouz”. Il suo ultimo romanzo è “La morte è un lavoro duro” uscito nel 2015. Khaled Khalifa ha lasciato la Siria da pochi mesi e oggi vive negli Stati Uniti.

Giovedì 7 aprile alle 18,30 GRIOT in collaborazione con “Un ponte per…” è lieta di invitarvi ad un reading letterario delle opere dello scrittore Khaled Khalifa alla presenza dell’autore. L’incontro si terrà presso il Teatro Formiche di Vetro (in Via dei Vascellari 40, a pochi metri da GRIOT!).

Creative Commons Attribuzione

I contenuti di questo sito sono rilasciati con la licenza
Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported License
ad esclusione delle immagini di copertina.