Presentazione del libro “L’Africa nera deve unirsi”, di Folly G. Ekue

Domenica 28 settembre, alle 18.30, GRIOT presenta il libro “L’Africa nera deve unirsi”, di Folly G. Ekue

Assieme all’autore, interverrà anche Jean Baptiste Sourou, giornalista e docente universitario

Schermata 2014-06-24 alle 03.04.21Sulla falsariga di Africa must unite del leader ghanese Kwame Nkrumah, pubblicato in Italia per la prima volta nel 2011, L’Africa nera deve unirsi indaga le radici dell’ideologia panafricana e dell’identità del popolo africano. Basandosi sulla documentazione storica e sulla letteratura in materia, l’autore precisa i confini geografici e ideologici del panafricanismo originario, che deve riferirsi esclusiva- mente all’Africa nera e alle sue diaspore. La tratta negriera e il colonialismo hanno segnato gli ultimi cinque secoli di storia africana e allo stesso tempo hanno dato impulso alla nascita di una vasta comunità nera, dispersa in Europa e nel Nuovo Mondo, che però si riconosce in una sola madrepatria e in un destino condiviso. È questa la sostanza del complesso dibattito sul panafricanismo e sull’ideologia rinascimentale negro-africana, che apre numerose questioni sul piano sociologico e geopolitico. Dove cercare le origini della segregazione razziale? Qual è il ruolo dell’Unione africana? L’Africa subsahariana deve ispirarsi al modello della Lega araba per diventare un’entità regionale autorevole sullo scacchiere europeo e su quello americano? Il libro è introdotto da una prefazione di Kossi A. Komla-Ebri.

Domenica 28 settembre, alle 18.30, GRIOT presenta il libro “L’Africa nera deve unirsi”. Assieme all’autore, interverrà anche Jean Baptiste Sourou, giornalista e docente universitario.

 

Creative Commons Attribuzione

I contenuti di questo sito sono rilasciati con la licenza
Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported License
ad esclusione delle immagini di copertina.