Presentazione del numero di aprile di “Africa e Affari”, dedicato al tema delle infrastrutture in Africa

Domenica 13 aprile, alle 18.00, GRIOT presenta il numero di aprile della rivista “Africa e Affari”, dedicato alle infrastrutture, tema cruciale della crescita del continente africano

Interverranno alla presentazione i giornalisti della redazione di “Africa e Affari”

cover_aprile_webSono le infrastrutture il cuore del futuro dell’Africa. È attraverso la sfida di dotare il continente di una rete infrastrutturale adeguata che passa la possibilità di trasformare la crescita economica degli ultimi anni di numerosi paesi africani in un fattore in grado di scatenare un vero sviluppo, aprendo per l’Africa una nuova fase di crescita. Aggrappata a una rete infrastrutturale che, quando presente, risale all’epoca coloniale e quindi destinata alle esportazioni più che allo sviluppo interno, l’Africa ha bisogno di colmare rapidamente il gap infrastrutturale che pesa come un macigno sul proprio sviluppo futuro. Secondo l’Africa Infrastructure Country Diagnostic, le spese infrastrutturali del continente dovrebbero essere intorno ai 93 miliardi di dollari l’anno, il 40% dei quali dedicati all’energia. Utilizzando le loro risorse i governi africani spendono circa 45 miliardi di dollari all’anno in infrastrutture, un terzo dei quali fornito da donatori e settore privato. Questo lascia un gap finanziario per il settore di 48 miliardi di dollari l’anno (che potrebbe essere decurtato di altri 17, secondo gli esperti, con un più efficiente uso delle infrastrutture già esistenti) e il problema di come finanziarlo. Negli ultimi anni il settore ha sperimentato un nuovo attivismo di alcuni partner internazionali del continente, che, avendo individuato nelle infrastrutture la principale necessità dei governi africani pongono spesso sul tavolo delle trattative commerciali per l’utilizzo o l’acquisto di risorse naturali (dagli idrocarburi ai minerali) l’impegno a costruire strade e porti, ferrovie e nuove centrali. È il caso della Cina, ma, in un certo senso, anche degli Stati Uniti che, nel tentativo di recuperare un certo ascendente nel continente africano, hanno recentemente lanciato l’iniziativa Power Africa, che mira a raddoppiare l’accesso all’elettricità nei prossimi anni.

Le infrastrutture sono al centro del numero di aprile di “Africa e Affari” con approfondimenti, reportage e interviste a Cesare Trevisani (amministratore delegato del gruppo Trevi) e Paolo Porcelli (amministratore delegato di Cmc Southern Africa). Il numero verrà presentato domenica 13 aprile, alle 18.00, alla libreria GRIOT. Interverranno i giornalisti della redazione di “Africa e Affari”.

Creative Commons Attribuzione

I contenuti di questo sito sono rilasciati con la licenza
Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported License
ad esclusione delle immagini di copertina.