Presentazione del saggio “Migrazioni. Dal lato dell’Africa”, a cura di Alice Bellagamba

Sabato 1 dicembre, alle 18.30, GRIOT presenta il libro “Migrazioni. Dal lato dell’Africa”, a cura di Alice Bellagamba

Assieme alla curatrice Alice Bellagamba interverranno Luca Ciabarri e Giulia Ferrato, autori di due dei saggi inclusi nel volume. Modera Alessandro Triulzi

L’Africa è speso descritta come il continente più mobile del mondo, ma di quali circolazioni migratorie si sta esattamente parlando? La convinzione che nel prossimo futuro una parte consistente della popolazione africana si riverserà in Europa ha un qualche fondamento concreto? Rispondere a queste domande è meno facile di quanto si potrebbe pensare. Ci provano gli autori di questa raccolta di saggi, che intrecciano nei loro interventi percorsi che vanno dal Sahel alla Somalia, dal Bénin all’Uganda fino al Sudafrica, e chiamano in causa questioni complesse, dal disagio mentale al capitale sociale, dalle reti familiari al rapporto tra rimesse e sviluppo, dal lavoro minorile all’urbanizzazione e alle politiche migratorie. I saggi che compongono il volume “Migrazioni. Dal lato dell’Africa” (Edizioni Altravista) si sforzano di collocare l’analisi della migrazione nel tessuto quotidiano delle società africane e di restituirci l’esperienza concreta di donne e uomini a vario titolo coinvolti nell’avventura migratoria.

Sabato 1 dicembre, alle 18.30, GRIOT presenterà il libro, ospitando gli interventi di Alice Bellagamba, curatrice del volume e docente di Antropologia Politica e Antropologia dei processi migratori all’Università di Milano-Bicocca, Luca Ciabarri, ricercatore presso l’Università Statale di Milano, e Giulia Ferrato, dottore di ricerca in Africanistica presso l’Università di Napoli “L’Orientale”. Modererà l’incontro Alessandro Triulzi, docente di Storia dell’Africa all’Università di Napoli “L’Orientale”.

Creative Commons Attribuzione

I contenuti di questo sito sono rilasciati con la licenza
Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported License
ad esclusione delle immagini di copertina.