Libri

Il Catalogo di GRIOT
Pages: Pagine:1 2 3 4 5Successivo >Ultimo »

2084. La fine del mondo | Boualem Sansal | Neri Pozza

Nell’Abistan – un impero così vasto da coprire buona parte del mondo – 2084 è una data presente ovunque, stampata nel cervello di ognuno, pronunciata in ogni discorso, impressa sui cartelli commemorativi affissi accanto alle vestigia dello Shar, la Grande Guerra santa contro i makuf, i propagandisti della “Grande Miscredenza”. Nessuno sa a che cosa corrisponda quella data. Qualcuno dice che ha a che fare con l’inizio del conflitto, altri con un suo episodio. Altri ancora che riguardi l’anno di nascita di Abi, il Delegato di Yölah, oppure il giorno in cui Abi fu illuminato dalla luce divina. In ogni caso, è da allora che il paese, che era detto semplicemente il “paese dei credenti”, fu chiamato Abistan, il mondo in cui ci si sottomette gioiosamente alla volontà di Yölah e del suo rappresentante in terra, il profeta Abi. La Grande Guerra santa è stata lunga e terribile, tuttavia l’armonia più totale regna ora nelle terre dell’Abistan. Nessuno dubita delle autorità, cosi come nessuno dubita che Yölah abbia offerto ad Abi di imprimere un nuovo inizio alla storia dell’umanità. L’abilang, una nuova lingua, ha soppiantato tutte le lingue precedenti, considerate stolti idiomi di non-credenti. Le date, il calendario, l’intera storia passata dell’umanità non hanno ormai più alcuna importanza e senso nella Nuova Era, e tutto è nella mano di Yölah. Agli uomini non resta che “morire per vivere felici”, come recita il motto dell’esercito abistano…

Additional DescriptionMore Details

Titolo: 2084. La fine del mondo
Autore: Boualem Sansal
Editore: Neri Pozza
Anno: 2016 pagg. 254
ISBN: 9788854512238


17,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

AAVV. | Nuove lettere persiane. Sguardi dall’Italia che cambia (a cura di Francesca Spinelli) | Ediesse 2011

Quattordici giornalisti di origine straniera che vivono in Italia ci sfidano a (ri)conoscere il nostro paese attraverso i loro sguardi

Additional DescriptionMore Details

Quattordici racconti di quattordici narratori d’eccezione compongono questo volume edito da Ediesse: sono giornalisti che vivono e lavorano in Italia, ma che sono di origine straniera. La professione del giornalista consente loro di avere uno sguardo attento, raffinato e approfondito sul nostro paese, sui suoi vizi e le sue virtù, i suoi tic culturali e le sue resistenze identitarie. Il titolo del libro, “Nuove lettere persiane”, vuole essere un omaggio a uno dei più geniali e virulenti testi di satira che siano mai stati scritti, ossia le “Lettere persiane” di Montesquieu: nella sua opera, l’illuminista francese affidava a due alter ego “stranieri”, persiani, il compito di raccontare la Francia dell’Ancien Régime, e di sottolineare le ingiustizie e l’oppressione su cui si fondava. In queste “Nuove lettere persiane” Barbara Spinelli lancia a quattordici colleghi la sfida di raccontare l’Italia: lo fanno parlando con amici e parenti, e partendo da episodi di vita quotidiana che illuminano storie diverse tra loro, ma tutte ambientate in un Paese – il nostro – che è anche il loro, e ci appare all’improvviso diverso, e al tempo stesso familiare.

Titolo: Nuove lettere persiane. Sguardi dall’Italia che cambia
Autore: Francesca Spinelli (a cura di)
Editore: Ediesse
Anno: 2011 pag. 120


10,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Abani, Chris | Canzone per la notte | Fanucci editore, 2011

Titolo esaurito

Un viaggio silenzioso nell’incubo delle guerre attraverso gli occhi di un soldato bambino

Additional DescriptionMore Details

My Luck è un giovane soldato, poco più di un bambino: la sua specializzazione è cercare le mine antiuomo. Siamo in Africa Orientale, e My Luck racconta la sua storia, che si intreccia a quella, atroce, delle guerre di cui è stato testimone: è un racconto muto, perché al giovane soldato sono state recise le corde vocali, perché non urlasse saltando in aria su una mina, per non rivelare la presenza dei suoi compagni. Un viaggio in un mondo che sembra un film dell’orrore, alla ricerca, assieme al protagonista, di scampoli di umanità in una realtà desolante e in putrefazione

Titolo: Canzone per la notte
Autore: Abani, Chris
Editore: Fanucci editore (Collana Collezione Vintage)
Anno: 2010, pag. 224
ISBN: 9788834716441


16,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Abd Al-Magid, Ibrahim | La casa del gelsomino | Jouvence 2007

Un romanzo dello scrittore egiziano Abd Al-Magid, ambientato ad Alessandria d’Egitto.

Additional DescriptionMore Details

La “casa del gelsomino” è una vecchia villetta di Alessandria d’Egitto, dove abita il protagonista del romanzo che racconta in prima persona la propria vita rassegnata e malinconica.


15,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Abdolah, Kader | Un pappagallo volò sull’Ijssel | Iperborea S.r.l.

Lungo le placide sponde del fiume Ijssel, quattro paesini dell’Olanda profonda si ritrovano ad accogliere un gruppo di rifugiati.

Additional DescriptionMore Details

Provenienti da diversi angoli del Medioriente ma uniti dalla comune cultura islamica, sono i primi stranieri ad arrivare negli anni ’80 in questi centri di rigorosa tradizione protestante, incontrando la spontanea solidarietà dei locali e un nuovo mondo che li obbliga a interrogarsi sulla propria identità. Dall’affascinante Memed, che allaccia una difficile relazione con un’olandese, all’interprete Lina, che si adopera per l’integrazione fino a essere eletta in Parlamento, a Khalid, discendente da una famiglia di miniatori del Corano, che si fa strada come restauratore museale e «pittore di gay». Dai fieri «dodici anziani» che tengono vive le antiche radici, alla ribelle Pari, che lascia il marito, studia l’olandese e comincia a scrivere per un giornale, pagando a caro prezzo la propria emancipazione. Ma le nuove ondate di profughi e populismi, l’11 settembre e l’omicidio di Theo van Gogh rompono i loro precari equilibri. In un imponente romanzo corale Kader Abdolah racconta dall’interno, con gli occhi degli immigrati, l’Olanda della proverbiale tolleranza che degenera in contrapposti radicalismi. E trasportando nell’Europa di oggi la poesia delle fiabe persiane, affida al pappagallo di una vecchia guaritrice olandese il ruolo di testimone delle umane vicende e mediatore, attraverso la letteratura, tra Oriente e Occidente. Mentre la Storia scorre inarrestabile come il fiume Ijssel, a cui i profughi, per antica usanza, continuano a confidare sogni, dolori e paure, attendendo speranzosi una risposta.

«Parlare con il fiume faceva parte della tradizione orientale. Ora Atefe si confidava con l’Ijssel, ma questo fiume olandese non rispondeva.»

Titolo: Un pappagallo volò sull’Ijssel
Autore: Abdolah, Kader
Editore: Iperborea S.r.l.
Anno: 2016
pp.: 530


19,50€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Aboudrar Bruno Nassim | Come il velo è diventato musulmano | Raffaello Cortina 2015

Indagine comparativa su un simbolo tanto disprezzato quanto poco conosciuto da molti “occidentali”

Additional DescriptionMore Details

Il velo non nasce come abito religioso, né come segno distintivo della cultura islamica . Nella penisola arabica le donne si velavano già nel II secolo. Nel Corano il velo è menzionato una sola volta e non è altro che l’abito indossato dalle spose dei credenti per essere riconosciute e rispettate. Il velo diventa un indice gerarchico e un simbolo di sottomissione distintivo per la donna nella cultura cristiana, con San Paolo prima e Tertulliano, poi. Solo più tardi l’hijab sarà impiegato nelle culture di religione musulmana con un significato analogo. Nel cattolicesimo il velo è caduto in disuso soltanto in tempi recenti e, più in generale, nelle culture mediterranee, come gli antichi egiziani e i greci, esso prende spunto dal drappeggio, ossia da una forma artistica esteticamente molto apprezzata. Come mai, allora, questo indumento suscita tanta ripugnanza agli occhi degli osservatori occidentali, per i quali è diventato simbolo distintivo di società “retrograde” rispetto alla loro, all’apparenza indelebilmente laica e egualitaria? Come mai, rispetto allo sfruttamento minorile o alla fame nel mondo, si chiede l’autore, l’hijab, questo pezzo di stoffa, mobilita così tante coscienze? Quale tipologia, poi, stiamo considerando? Come mai l’hijab è diventato uno strumento di distrazione di massa, una comoda strategia che impedisce di soffermarsi seriamente sulla condizione femminile nell’Occidente laico e nelle società di cultura islamica? Bruno-Nassim, professore alla prestigiosa Sorbonne di Parigi, figlio di madre francese e padre marocchino, indaga in termini comparativi sull’hijab, illustrando le strategie che si celano dietro la vacuità del dibattito ideologico su di questo indumento. Analizzando il carattere voyeristico dell’ arte orientalista, attraverso le pagine del Corano, l’hijab si caratterizza come indumento attraverso cui le donne islamiche cercano di guadagnarsi l’attenzione della controparte maschile. Se nella cultura occidentale si è ormai persa traccia dell’uso del velo, le donne islamiche rievocano questa antica memoria, incrociando lo sguardo colpevolmente estraneo e inconsapevole degli osservatori occidentali e suscitando in loro turbamento e inquietudine.

Titolo: Come il velo è diventato musulmano
Autore: Aubrodar Bruno Nassim
Editore: Cortina Raffaello
Anno: 2015
Pagg.: 204


19,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Achebe Chinua | Le cose crollano | La nave di Teseo, 2016

Le cose crollano è unanimemente considerato il capolavoro di Chinua Achebe, che è stato capace di capace di intrecciare nella stessa vicenda due storie diverse: quella personale di Okonkwo e quella più ampia dello scontro fra due religioni e civiltà.

Additional DescriptionMore Details

Okonkwo è un guerriero, un uomo ambizioso e rispettato che sogna di divenire leader indiscusso del suo clan. Dal suo villaggio Ibo, in Nigeria, la fama di Okonkwo si è diffusa come un incendio in tutto il continente. Ma Okonkwo ha anche un carattere fiero, ostinato: non vuole essere come suo padre, molle e sentimentale. Lui è deciso a non mostrare mai alcuna debolezza, alcuna emozione, se non attraverso l’uso della forza. Quando la sua comunità è costretta a fronteggiare l’irruzione degli europei, l’ordine delle cose in cui Okonkwo è nato e cresciuto comincia a crollare, e la sua reazione sarà solo il principio di una parabola che lo porterà nella polvere: da guerriero temuto e venerato, a eroe sconfitto, oltraggiato.

“La magia di un talento straordinario,
generoso, traboccante. Uno scrittore capace come pochi
di far risplendere i misteri dell’animo umano.”
Nadine Gordimer

Titolo: Le cose crollano
Autore: Chinua Achebe
Editore: La nave di Teseo
Anno: 2016
pp.: 202


18,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Adichie, Chimamanda Ngozi | Americanah | 2015 Einaudi

Il nuovo, attesissimo romanzo di una delle voci più originali della letteratura africana

Additional DescriptionMore Details

Ifemelu non aveva mai saputo di essere nera. Lo scopre in America, dove giunge per sfuggire dall’atmosfera asfittica che era costretta a respirare nel suo paese d’origine, la Nigeria. Una nuova vita, un nuovo mondo, nuove parole o vecchie parole con nuovi significati. Anni trascorsi a costruire una solidità che somigliasse a quella sognata, ma che non le consentirà mai di mettere radici e sentirsi a casa. Ifemelu è determinata a somigliare il più possibile a se stessa, anche se questo la condurrà a fare delle scelte radicali e sofferte. Il nuovo romanzo di Chimamanda Ngozi Adichie la consacra definitivamente come una delle voci più intense e profonde della letteratura non solo africana, ma mondiale.

Autore: Chimamanda Ngozi Adichie
Titolo: Americanah
Editore: Einaudi
Anno: 2014
Pagine: 458


15,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Agualusa José Eduardo | Al posto del morto | Edizioni dell’Urogallo

Un volumetto di prosa breve, nel quale vari autori già deceduti (tra cui Bruce Chatwin, Jorge Amado, Pessoa, Jorge Luis Borges, Antoine de Saint-Exupéry, Nabokov e Bertrand Russel) si prendono la briga di scrivere, a partire dall’aldilà, un elzeviro su uno dei tanti aspetti della nostra attualità, da un punto di vista senz’altro originale e dal quale la distanza critica è innegabile.

 

Additional DescriptionMore Details

«Sarà sempre di più il compito dei piccoli editori – riesco a vederli anche da qui, giovani e appassionati – scoprire nuovi autori. Loro dovranno farsi carico del rischio, mentre i grandi ci mangiano sopra. Perderanno il poco che hanno, mentre i grandi accumuleranno. E quando finalmente centreranno il bersaglio e cominceranno ad ottenere dei guadagni verranno divorati. Eh sì, la bellezza è ingrata. Ma, in fondo, è bellezza!». [Jorge Luis Borges]

Titolo: Al posto del morto
Autore: José Eduardo Agualusa
Editore: Edizioni dell’Urogallo
Anno: 2012
pp.: 113


12,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Agualusa José Eduardo | Borges all’inferno e altri racconti | Edizioni dell’Urogallo

Questa raccolta di racconti nasce dall’idea dell’autore di raccogliere il meglio delle sue storie brevi per un’edizione italiana.

Additional DescriptionMore Details

Una carrellata di racconti veloci. Un omaggio, un po’ irriverente, allo scrittore argentino Jorge Luis Borges. Un gioco pessoano; la storia dei discendenti di un disertore della spedizione di Vasco de Gama; la statua di Fernando Pessoa a Lisbona che si mette a parlare con un angelo caduto dal cielo; la solitudine di un’«ippopotama» nella pianura dell’Alentejo…

Titolo: Borges all’inferno e altri racconti
Autore: José Eduardo Agualusa
Editore: Edizioni dell’Urogallo
Anno: 2009
pp.: 104


12,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Agualusa José Eduardo | La Regina Ginga. E come gli african inventarono il mondo | Edizioni Lindau

Angola, 1620: un prete poco più che ventenne, Francisco José da Santa Cruz, sbarca da una nave negriera su una spiaggia del Regno del Congo, per raggiungere la scuola dei gesuiti di São Salvador cui è stato assegnato.

Additional DescriptionMore Details

Originario del Pernambuco, è entrato nella Compagnia di Gesù come novizio a quindici anni e mette piede nel continente africano carico delle certezze ingenue che i lunghi studi nel Collegio Reale gli hanno inculcato. Dell’Africa e della sua cultura non sa nulla e guarda con orrore alla violenza che intorno a lui travolge tutto e tutti.
Dopo pochi mesi dal suo arrivo, diventa segretario di Ginga, la fiera sorella del re del Dongo, e la accompagna in una importante ambasceria presso il governatore portoghese. Lei però non si accontenta del ruolo subalterno che spetta alle donne nella società del tempo, e dopo una serie di lotte intestine diviene regina.
Francisco deve fare i conti con una realtà tumultuosa ed è costretto ad avviare un serrato confronto tra le sue idee e ciò che lo circonda, tra la fede cattolica e le credenze africane, iniziando un difficile cammino alla scoperta di sé stesso.

È un Francisco ormai ottantenne, libraio ad Amsterdam, a raccontarci la sua vita avventurosa e a narrare la storia della regina Ginga e del mondo angolano, con le sue storie e i suoi miti meravigliosi, i contrasti e le contraddizioni inconciliabili, l’ingerenza di portoghesi e fiamminghi sempre in lotta per il controllo del paese e delle sue ricchezze, e quella della Chiesa che vuole salvare i pagani portando loro l’unico vero Dio.

Titolo: La Regiba Ginga
Autore: José Eduardo Agualusa
Editore: Edizioni Lindau
Anno: 2016
pp.: 216


17,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Al-Bishr, Badriya | Profumo di caffè e cardamomo | Atmosphere libri

È la storia di una giovane donna nell’Arabia Saudita dei nostri giorni, una voce femminile in un universo ancora governato dagli uomini e segnato dalla separazione dei sessi. In una società in bilico tra passato e futuro, tra Medioevo e modernità, si dipana la vicenda della protagonista che cresce e si forma in una famiglia rigidamente conservatrice: affamata di libertà, la protagonista, prima bambina, poi ragazza, quindi giovane donna, combatte per conquistare il proprio diritto a scrivere romanzi e scegliere il proprio destino. Dovrà affrontare un matrimonio combinato, un divorzio, un lavoro, un fratello terrorista per accedere, forse, a un futuro di indipendenza e serenità.

Additional DescriptionMore Details

Titolo: Profumo di caffè e cardamomo
Autore: Badriya al-Bishr
Editore: Atmosphere libri, biblioteca araba edizione
Anno: 2015 pagg. 168
ISBN: 9788865641569


15,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Al-Shaykh, Hanan | Donne nel deserto | Jouvence 1994

La scrittrice di origini libanesi Al-Shayk racconta la storia di quattro donne in Arabia Saudita.

Additional DescriptionMore Details

Storia di quattro donne, una saudita, una libanese, una americana e una turca narrata dalla giornalista e scrittrice Al-Shaykh-


20,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Amani El Nasif, Cristina Obber | Siria mon amour | Pickwick Piemme

Amani è nata in Siria ma è cresciuta in Italia. Quando compie sedici anni, con una scusa, la madre la porta nel suo paese di origine per qualche giorno. Dopo i primi entusiasmi per un mondo diverso e affascinante, ricco di profumi e sapori nuovi, Amani scopre di essere stata in realtà fidanzata a un cugino, mai conosciuto e mai amato. Le dicono che in Italia non tornerà più. Amani si ribella a quel fidanzamento e a quell’uomo, pagando un prezzo molto alto, in una realtà dura e violenta dove le donne non sono che oggetti sotto la tutela dei maschi. Lontana dalle sue amiche e da Andrea, il suo ragazzo, Amani resisterà e lotterà fino a riprendersi la sua vita.

Additional DescriptionMore Details

Titolo: Siria mon amour
Autori: Amani El Nasif, Cristina Obber
Editore: Pickwick Piemme
Anno: 2013 pagg. 166
ISBN: 9788868367428


8,90€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Barbujani Guido | Gli africani siamo noi. Alle origini dell’uomo |Laterza Editori

Non bisognerebbe affrontare le sfide del Ventunesimo secolo con l’armamentario concettuale e ideologico del Settecento, ma succede. La convivenza fra persone di provenienze diverse, portatrici di diverse esperienze, stili di vita e convinzioni, pone problemi complessi.

Additional DescriptionMore Details

Per una curiosa reazione, molti invocano soluzioni illusoriamente semplici – fili spinati, muri, quote di immigrati, fogli di via – rispolverando vecchissime teorie sull’insanabile differenza razziale fra popoli del nord e del sud.
Questo testo cerca, al contrario, di stimolare qualche ragionamento. Prima di tutto, sulle responsabilità di molti scienziati nel fornire giustificazioni di comodo per lo schiavismo e il colonialismo; e poi su quanto le teorie della razza, che pure hanno generato sofferenze e conflitti enormi e reali, si siano rivelate irrealistiche, incoerenti e incapaci di farci comprendere la natura delle nostre differenze.

‘Gli africani siamo noi’ parla anche di come nel nostro genoma restino tracce di lontane migrazioni preistoriche; e anche di come forme umane diverse, forse specie umane diverse, si siano succedute e abbiano coesistito, finché sessantamila anni fa i nostri antenati, partendo dall’Africa, si sono diffusi su tutto il pianeta.

«Gli africani siamo noi non è uno di quei titoli che si tirano fuori per impressionare gli ingenui con un paradosso, ma è davvero la sintesi, la più onesta possibile, delle nostre frammentarie conoscenze sulle origini dell’uomo e sulla nostra vicenda evolutiva.»

Titolo: Gli africani siamo noi
Autore: Guido Barbujani
Editore: Laterza Editori
Anno: 2016
pp.: 138


15,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Benhaduga, Abd al-Hamid | Domani è un altro giorno | Jouvence 2003

Lo scrittore Benhaguda narra l’evoluzione di una donna, Mas’uda, metafora dell’Algeria contemporanea.

Additional DescriptionMore Details

Abd al-Hamid Benhaguda è stato uno dei più importanti scrittori algerini. Nato nel 1925, dopo un lungo periodo trascorso in Francia e in Tunisia, torna in Algeria dopo l’indipendenza dove lavora alla radio e televisione nazionale. Ha sempre scritto i suoi racconti e romanzi in arabo.


15,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Bernal Martin | Atena Nera. Le radici afroasiatiche della civiltà classica | Il Saggiatore

Con una tesi rivoluzionaria, Atena nera sfata il mito eurocentrico della civiltà greca. Non più la sola e vera madre della cultura europea ma, prima di tutto, essa stessa debitrice delle più antiche civiltà, in particolare quella egiziana e fenicia. Afroasiatica, e quindi nera.

Additional DescriptionMore Details

Attraverso l’indagine storiografica, le testimonianze iconografiche, le ricerche linguistiche, la filologia classica, la sociologia della conoscenza, Martin Bernal rivaluta il ruolo delle civiltà pregreche non europee, mettendo in luce le radici afroasiatiche della civiltà classica. Scompone criticamente la tesi romantica elaborata dagli studiosi tedeschi e inglesi tra Sette e Ottocento, contrapponendo al modello «ariano» il modello interpretativo «antico» opportunamente rivisto. Già gli antichi greci erano consapevoli delle loro vere radici – le civiltà semitiche e africane -, e sapevano di essersi evoluti grazie agli intensi scambi, alle profonde influenze e ai frequenti prestiti culturali con l’Oriente.Atena nera, per mezzo di una rigorosa ricerca che si estende dal V secolo a.C. fino a considerare le testimonianze critiche del XX secolo, aderisce alla corrente di pensiero, nota come Black Studies, per la rivalutazione delle antiche culture extraeuropee, con l’obiettivo, allo stesso tempo conoscitivo e politico, di «sminuire l’arroganza culturale europea».

Titolo: Atena Nera
Autore: Martin Bernal
Editore: Il Saggiatore
Anno: 2011
pp.: 504


22,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Bofane In Koli Jean | Congo Inc. Il testamento di Bismark | 66th and 2nd

Vincitore del Prix des cinq continents de la francophonie 2015.

Troppo alto per i pigmei ma troppo basso per tutti gli altri, il giovane Isookanga non si rassegna a vivere nel suo villaggio sperduto nella foresta equatoriale e a piegarsi alle tradizioni come vorrebbe il vecchio zio Lomama. Affascinato da internet e dalle infinite opportunità offerte dalla globalizzazione, decide di tentare la fortuna a Kinshasa, dove si unisce agli shégué – i ragazzi di strada – e diventa socio di un cinese che commercia in sacchetti di acqua potabile. Tutti – sventurati e prepotenti, personaggi loschi e anime pure – vanno a comporre nella loro coralità questa farsa esilarante e amara, una dirompente commedia umana che è stata definita il «Satyricongolese». Con una scrittura incalzante e spietatamente lucida, ma senza rinunciare mai alla leggerezza, Bofane racconta meglio di tutti i reportage e le inchieste la crudele realtà del Congo contemporaneo e il lascito materialista e destabilizzante del colonialismo europeo.

Additional DescriptionMore Details

Titolo: Congo Inc. Il testamento di Bismark
Autore: Bofane In Koli Jean
Editore: 66th and 2nd ( collana Bazar)
Anno: 2015 pagg. 288
ISBN: 9788898970254


17,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Boy, Snow, Bird | Helen Oyeyemi | Einaudi

Una notte del 1953 Boy Novak fugge di casa abbandonando il padre violento, di professione acchiapparatti. Boy è una ragazza. Per caso da New York finisce in una piccola città del Massachussettes di nome Flax Hill, dove conosce il gioiellere vedovo Arturo Whitman, un uomo così antipatico che nel giro di poco Boy Novak lo sposa. Boy dapprima assume il ruolo di madre vicaria e poi di madre naturale: dopo Snow arriva Bird e tra le bambine Boy si ritrova a interpretare la parte della matrigna cattiva delle fiabe. Le donne sono presenti in gran numero nel romanzo della giovane scrittrice britannica: oltre alle già citate abbiamo Frances, Olivia, Julia, Clara, Webster e Mia, solo per citarne alcune. La persona che dorme al fianco di Boy nasconde dei segreti e tutto ruota attorno al concetto di identità (e ovviamente alle problematiche a esso connesse).

Additional DescriptionMore Details

Titolo: Boy, Snow, Bird
Autore: Helen Oyeyemi
Editore: Einaudi (collana I coralli)
Anno: 2014 pagg. 320
ISBN: 9781594631399


20,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Burman Edward | Gli assassini. La setta segreta dei sacri killer dell’islam | Res Gestae

Letteratura -“Angeli e demoni” di Dan Brown, “Baudolino” di Umberto Eco, videogiochi come il popolarissimo “Assassin’s Creed” – hanno rilanciato la leggenda nera della più oscura e temibile setta del mondo islamico medievale: i Nizariti, conosciuti anche con il nome di “Setta degli Assassini” o semplicemente “Assassini”. Il lavoro di Burman ricostruisce interamente la storia di questa setta sciita minoritaria che, in un paese allora sunnita, sotto la guida del loro capo carismatico, Hasan, prese nel 1090 il controllo del forte di Alamut ed estese la propria influenza all’Iran e alla Siria. A colpire l’immaginario fu il metodo di terrore psicologico con cui attaccavano i nemici: membri della setta venivano inviati, singolarmente o a piccoli gruppi, con la missione di uccidere una persona importante. Le esecuzioni, per impressionare di più, erano condotte in pubblico, nelle moschee. La serenità con cui si lasciavano massacrare fece pensare ai contemporanei che fossero drogati con hashish, da cui l’appellativo di hashishiyyun o hashashin (mangiatori d’erba), che produrrà il termine “Assassini”.

Additional DescriptionMore Details

Titolo: Gli assassini. La setta segreta dei sacri killer dell’islam
Autore: Burman Edward
Editore: Res Gestae
Anno: 2012 pagg. 252
ISBN: Burman Edward


16,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Camara, Naby Eco | L’aventure est dure | EBS Print 2017

Un griot racconta la sua storia personale e artistica

Additional DescriptionMore Details

Portano a memoria, da generazioni, le storie delle famiglie e quella, collettiva, della Nazione; officiano le cerimonie civili e si offrono come mediatori nei conflitti. E soprattutto sono artisti: cantanti, musicisti, spesso ballerini. I Griot sono ancora oggi una sorta di memoria vivente dell’intera Africa equatoriale occidentale e per questo, come disse lo storico maliano Hampáté Bá durante una conferenza all’Unesco negli anni Sessanta, “ogni Griot che muore è come una biblioteca che brucia”.

Negli ultimi venti anni, grazie all’avvicinamento fra la cultura africana e quella europea, i Griot hanno portato in Occidente la musica nera, riscuotendo straordinario e crescente successo. Il Griot Naby Eco Camara, trentasei anni, appartenente a una delle famiglie artistiche più note della Guinea, è da dodici anni in Italia. Suona il balafon e canta, insieme con il suo complesso Les Amis d’Afrique. Oggi tiene concerti in tutta Europa ma gli inizi furono difficili. Li racconta nel libro che ha scritto insieme con il giornalista Paolo Mastromo e che, non a caso, ha voluto intitolare L’aventure est dure, un libro nel quale ripercorre, insieme, la storia delle sue origini e la sua evoluzione personale e artistica, così che questo libro – come Naby stesso racconta – è al tempo stesso la sua vita a anche “un pezzo d’Africa”, dove si racconta anche di un mondo antico che cambia, della emancipazione femminile, dell’economia che stenta a decollare, della religione e della tradizione, della tolleranza e dell’ospitalità.

Titolo: L’aventure est dure
Autore: Naby Eco Camara
Curatore: Paolo Mastromo
Editore: EBS Print
Anno: 2017


10,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Caminito Giulia | La Grande A | Giunti Editore, 2016

Giada è una bambina considerata da tutti perennemente manchevole, troppo minuta, ”una raganella”, che vive malvolentieri a casa degli zii in provincia di Milano. Da quando sua madre se n’è andata per trafficare con camion, alcolici e bar nelle colonie italiane in terra d’Africa, Giada non pensa ad altro che a raggiungerla in quella che lei chiama ”La Grande A”, una terra che immagina piena di meraviglie e di promesse.

Additional DescriptionMore Details

Ma una volta giunta ad Assab, una cittadina avvolta nell’arsura e nell’aria salmastra, la vita sembra ruotare solo intorno al piccolo bar che Adi gestisce fino a notte fonda, dove Giada fa molte nuove conoscenze: da Hamed, il garzone che non sa scrivere, a Orlando, il compagno della madre animato dalla retorica fascista vecchio stampo; dalla gazzella Checco, che vive in casa come un animale domestico, a Giacomo Colgada, un giovane italiano farfallone che sembra la copia di un attore del cinema. Ed è proprio con lui che inizia la vera storia di Giada: il matrimonio imposto da Adi, le insidie di suocera e nuora, la fortuna economica, il boom del Circolo Juventus di Addis Abeba, gli incredibili viaggi con la jeep nel deserto, i dolorosi chiaroscuri di Giacomo che obbligano Giada al continuo raffronto con una donna dura e intraprendente come sua madre.

Liberamente ispirato alla biografia di famiglia, ”La Grande A” è il primo romanzo di Giulia Caminito che racconta un pezzo dimenticato di storia italiana con una scrittura inventiva e spiazzante.

Titolo: La Grande A
Autore: Giulia Caminito
Editore: Giunti Editore
Anno: 2016
pp.: 285


14,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Carbone, Carlo | Etnie e Guerra Fredda. Una storia dell’Africa dei Grandi Laghi | ETS 2015

Un’analisi storica e storiografica della complessa origine dei razzismi nella regione dei Grandi Laghi

Additional DescriptionMore Details

In Africa il colonialismo ha destrutturato il processo di adattamento delle popolazioni locali all’ambiante naturale e le loro relazioni interne. Per questa ragione, i genocidi africani, a differenza di quelli europei, sono il frutto di fattori esogeni, che vanno dalla tratta schiavista agli eventi che hanno portato alla fine della Seconda Guerra Mondiale, che hanno poi condizionato il processo di decolonizzazione. Di fatto, la Guerra Fredda ha prolungato il dominio coloniale, ben oltre quanto ci si aspettasse. L’autore cerca di indagare, prendendo in esame la regione dei Grandi Laghi, le origini dei razzismi interni, come quello che è stato alla base della catastrofe ruandese.

Titolo: Etnie e Guerra Fredda. Una storia dell’Africa dei Grandi Laghi
Autore: Carbone Carlo
Editore: Edizioni ETS
Anno: 2015
pp.: 304


25,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Cardini, Franco | Il Califfato e l’Europa. Dalle Crociate all’ISIS: mille anni di paci e guerre, scambi, alleanze e massacri | UTET 2015

Un invito, sostenuto dalla profondità storica, a rileggere i nostri attuali pregiudizi e paure

Additional DescriptionMore Details

A partire dall’attacco sul suolo americano dell’11 settembre 2001 e, ancor di più, con le affermazioni militari dell’autoproclamato Stato Islamico e gli attentati parigini dello scorso novembre, abbiamo acquisito familiarità con termini quali guerra di religione, o addirittura guerra santa, Califfato islamico. Parole costantemente riproposte dai mass media e tali da determinare una distanza più temporale che geografica con l’Oriente Islamico. Lo storico Franco Cardini riesamina la percezione per cui i nostri laici valori di democrazia e tolleranza, di matrice illuminista, sono attaccati da rappresentanti di una concezione politica totalitaria e teocentrica. In realtà, come ben dimostra l’autore, la storia dei rapporti tra l’Europa e l’Occidente e l’Islam è davvero complesso, a partire dai contatti che si sono avuti ai tempi delle Crociate fino al secolo scorso.

Titolo: Il Califfato e l’Europa. Dalle Crociate all’ISIS: mille anni di paci e guerre, scambi, alleanze e massacri.
Autore: Cardini, Franco
Editore: UTET
Anno: 2015


16,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Cardini, Franco | L’Islam è una minaccia ( Falso!) | Laterza 2016

Lo storico Franco Cardino sviscera, in modo diretto e puntuale, le paure di molti e il cinismo di pochi ( politici) sul terrorismo islamico

Additional DescriptionMore Details

La crisi migratoria in Europa, le violenze perpetrate contro le minoranze cristiane da parte dell’autoproclamato Stato Islamico in Medio Oriente e gli attentati terroristici a Parigi, nel cuore dell’Europa, hanno alimentato sentimenti- paure, rabbia, pregiudizi- di avversione verso l’Islam, sentimenti sfruttati ormai quasi dalla totalità dello spettro politico nei paesi europei, giustificando così politiche securitarie e restrizioni del diritto. Dobbiamo davvero temere che un miliardo e mezzo circa di individui- rappresentati da qualche migliaio di violenti- intendano assoggettare i restanti cinque miliardi, costringendoli a seguire le proprie prescrizioni religiose? In realtà, la retorica dello scontro di civiltà e, addirittura, della guerra santa ha il solo effetto di creare un’immagine prefissata e stereotipata di alcuni individui, una visione funzionale alla gestione del potere, in quanto occulta i costi umani delle misure economiche neoliberiste attuate in gran parte dell’Occidente, costruendo ad arte un nemico sia interno che esterno.

Titolo: L’Islam è una minaccia ( Falso!).
Autore: Cardini Franco
Editore: Laterza
Anno: 2016


10,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Coates, Ta-Nehisi | Tra me e il mondo | Codice Edizioni

Tra me e il mondo è una lettera che l’autore scrive al figlio Samori nel giorno del suo quindicesimo compleanno.

Additional DescriptionMore Details

Coates racconta la storia della sua infanzia nella parte sbagliata di Baltimora, della paura delle strade e della gang, della scuola, della violenza, della polizia. Vincere questa paura, la paura di perdere il proprio corpo, diventerà lo scopo della sua vita.
Per la prima volta la ricostruzione della storia americana riparte da zero; e riparte proprio da Ground Zero – dove ben prima del crollo delle torri gemelle c’era la sede del mercato degli schiavi della città di New York – per arrivare alle continue uccisioni ingiustificate di neri da parte della polizia, una violenza che diventa in questo racconto la storia universale del razzismo. Questo è un libro da cui nessuno uscirà indenne.

«Forse c’è stato, in qualche momento della storia, un grande potere la cui affermazione è stata esente dallo sfruttamento violento di altri corpi umani. Se c’è stato, io non l’ho ancora trovato. »

Titolo: Tra me e il mondo
Autore: Ta-Nehisi Coates
Editore: Codice Edizioni
Anno: 2016
pp.: 207


16,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Coetzee J. M. | Aspettando i barbari | Einaudi 2016 (2000)

«Qualcosa mi ha guardato dritto in faccia e io ancora non la vedo».

Additional DescriptionMore Details

Un magistrato bianco ha sempre scrupolosamente affermato il rispetto della legge, senza dubbi, ne esitazioni. Siamo in un villaggio nei pressi di una frontiera indeterminata, come del resto ogni frontiera. Quando alle porte di questa arrivano i barbari, i diversi, gli estranei, gli sconosciuti, il potere chiede all’uomo di essere complice di violenze e angherie ai loro danni. Il protagonista è però suscettibile, ora, alla vivida presenza di costoro, al loro dolore, ai loro sentimenti, si innamora di una di loro, diventa loro complice, nemico, imputato.
Pubblicato per la prima volta nel 1980, in pieno regime di Apartheid, dal famoso scrittore sudafricano J. M. Coetzee, premiato con il Nobel nel 2003, “Waiting for the barbarians” è stato un “vero evento letterario” (New York Times).

Titolo: Aspettando i barbari
Autore: Coetzee Jonh Maxwell
Editore: Einaudi
Anno: 2016 (2000)
Pagg.: 198


11,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Condé, Maryse | La traversata della mangrovia | Edizioni Lavoro 2002

Un thriller mozzafiato ambientato in un villaggio della Guadalupa

Additional DescriptionMore Details

Un romanzo che si apre con il ritrovamento di un cadavere. Il corpo è di Francis Sancher, un misterioso straniero sbarcato da poco a Riviere au Sel, villaggio della Guadalupa. Le testimonianze rilasciate dagli abitanti del paesino sono intrise di mistero, la verità sembra essere irraggiungibile. Un microcosmo di esperienze, racconti e punti di vista, sono alla base di un incontro/scontro di civiltà e razze. I personaggi compongon un groviglio che richiama subito alla pianta della mangrovia, che con le sue radici annodate in un fastoso gomitolo si specchia nelle acque dolci e salmastre. La lingua usata dalla Condé attinge al ricchissimo universo espressivo e culturale del mondo creolo dei Caraibi, in cui parole come “radici” e “origini” assumono significati inediti e stranianti. “La traversata della mangrovia” è un thriller emozionante e pieno di colpi di scena.

Autore: Maryse Condé
Titolo: La traversata della Mangrovia
Editore: Edizioni Lavoro
Anno: 2002, 228, pp.
ISBN: 9788879109734


15,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Cosulich, Guido | Etiopia 1966 | Arada Books

This book of photographs with a bilingual text (English and Italian) proposes to the public the photographic work undertaken between 1965 an 1966 by the photographer and film-maker Guido Cosulich during a long stay in Ethiopia as photoreporter for the Italian magazine Vie Nuove.

Additional DescriptionMore Details

Questo libro di fotografia con testo bilingue (Inglese e Italiano) propone il lavoro fotografico svolto tra il 1965 e il 1966 dal fotografo e regista Guido Cosulich durante una lunga permanenza in Etiopia come photoreporter per la rivista Vie Nuove.

Titolo: Etiopia 1966
Autore: Guido Cosulich
Editore: Arada Books
Anno: 2010 pagg. 134, foto 107
ISBN: 9789994482368


35,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Daif, Rashid | E chi se ne frega di Meryl Streep! | Jouvence 2003

Romanzo ironico sulla vita matrimoniale e sessuale di una coppia di libanesi.

Additional DescriptionMore Details

Rashud usa il suo matrimonio e la vita intima con sia moglie come strumento contro la globalizzazione e contro l’intrusione dei modelli occidentali in Libano. Ma la moglie, donna libanese libera ed emancipata non ci sta! Un libro ironico e divertente sull’amore, la famiglia e la sessualità in Libano.


15,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Darwish, Mahmud | Una trilogia palestinese | Feltrinelli 2014

I tre testi in prosa più significativi del grande poeta palestinese

Additional DescriptionMore Details

“Diario di ordinaria tristezza”, “Memoria per l’oblio” e “In presenza d’assenza” sono i tre più importanti testi in prosa di Darwish, considerato uno dei massimi poeti del Novecento. Per la prima volta, questa trilogia palestinese è raccolta in un unico volume.

Autore: Mahmud Darwish
Titolo: Una trilogia palestinese
Editore: Feltrinelli
Anno: 2014
Pagine: 411


25,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

De Graft-Johnson John C. | Le civiltà scomparse dell’Africa | Res Gestae

La civiltà africana è stata definita la “civiltà della parola”: proprio questa scarsità di fonti stabili per la storiografia (di fonti in generale, di fonti scritte in particolare, tanto più se si considerano le fonti elaborate dagli africani stessi) ha da sempre determinato una grande difficoltà a ricostruire la storia di questo continente. Oltre alla carenza di documenti, non ha certamente giovato la prospettiva inevitabilmente eurocentrica delle opere dedicate alla storia dell’Africa. Ciò ha fatto sì che, ad eccezione dell’antico Egitto, di Cartagine e poi dei territori passati all’Islam, tutte le restanti civiltà siano rimaste in ombra e considerate “popolazioni primitive”. Quest’opera di De Graft-Johnson è stata pubblicata proprio quando una generazione inquieta dei popoli africani, sia in Africa e all’estero, stava cercando una non-storia coloniale dell’Africa, da un punto di vista africano. Ne è uscita un’opera in cui John Coleman de Graft-Johnson ricostruisce in una grande visione di insieme l’affascinante sviluppo di queste eccezionali civiltà, scomparse e purtroppo ancora oggi poco conosciute da noi europei.

Additional DescriptionMore Details

Titolo: Le civiltà scomparse dell’Africa
Autore: De Graft-Johnson John C.
Editore: Res Gestae
Anno: 2013 pagg. 242
ISBN: 9788866970248


14,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Declich, Lorenzo | L’islam nudo. Le spoglie di una civiltà nel mercato gobale | Jouvence 2015

Un libro che entra nelle maglie del nascente “mercato islamico” per interrogarne gli effetti sulla cultura islamica contemporanea

Additional DescriptionMore Details

Il libro di Lorenzo Declich, in equilibrio fra cronaca e divulgazione, racconta alcuni aspetti sorprendenti e inaspettati delle dinamiche trasformative messe in moto dal nascente “islam del mercato”: “Questo libro cerca di entrarvi dentro, intende scavare nell’immaginario di cui si nutre, partendo da semplici interrogativi come: quali sono i confini e le strutture profonde di queste merci “islamiche”? Perché sta prendendo piede così in fretta? E quali sono le implicazioni sociali, culturali, religiose e politiche dei processi in atto?”. L’intento dell’autore, come afferma lui stesso nell’introduzione, non è dare risposte, ma porre gli interrogativi necessari ad una conoscenza dell’islam contemporaneo all’interno di un contesto sempre più “globalizzato”.

Autore: Lorenzo Declich
Titolo: L’islam nudo. Le spoglie di una civiltà nel mercato globale
Editore: Jouvence
Anno: 2015
Pagine: 147


14,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Diaz, Junot | La breve favolosa vita di Oscar Wao | Mondadori 2008

Premio Pulitzer per la narrativa nel 2008, favola letteraria e realistica sulla brutalità quotidiana della dittatura

Additional DescriptionMore Details

Il nome del protagonista è una storpiatura di Oscar Wilde, così egli è stato ribattezzato da un suo amico domenicano. E’ un ragazzo poco attraente, sovrappeso, impacciato, ma molto intelligente. Sua madre Belicia, al contrario, è un’ex reginetta di bellezza, emigrata da Santo Domingo nel New Jersey per sfuggire al regime del dittatore Trujilo. La stranezza del protagonista, il suo aspetto fisico, la sua passione per i giochi di ruolo fantasy e i fumetti, lo rendono un estraneo agli occhi dei coetanei e specialmente delle ragazze, alimentando i suoi tentativi di suicidio, che non giungono mai a concretizzarsi. La sofferenza emotiva del protagonista, il suo senso di esclusione, diventato un riflesso della vita quotidiana dei suoi familiari, come suo nonno Abelard, costretti a subire la violenza quotidiana del regime, la tortura, la povertà, il martirio, come del resto l’intero popolo dominicano. Lo stile innovativo e ironico trasforma questi drammi paralleli in una lettura piacevole, consegnandoci da vicino l’intimità sofferta dei suoi personaggi.

Titolo: la breve favolosa vita di Oscar Wao
Autore: Diaz Junot
Editore: Mondadori
Anno: 2008
pp.: 346


9,50€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Due ritratti dal Ghana | Nicola Scaldaferri | Squilibri

Una pratica musicale e alcuni processi culturali del Ghana ricostruiti attraverso due figure particolarmente rappresentative dei cambiamenti in atto nell’Africa sub-sahariana: Alhaji Abubakari Lunna, suonatore di lunna, il tamburo parlante dei musicisti professionisti attivi tra la popolazione dei Dagomba, nel nord del paese, e William Thomas Cheetham, fondatore e capo di una comunità religiosa cristiana, di ispirazione carismatico-pentecostale, nei pressi di Accra. Con una disamina storica e teorica delle tematiche di ricerca e degli aspetti metodologici del lavoro sul campo con strumenti e tecniche di ripresa audiovisiva, il volume e l’omonimo documentario costituiscono pertanto un’utile introduzione a temi e dinamiche che interessano vaste aree di un continente ancora da conoscere.

Additional DescriptionMore Details

Titolo: Due ritratti dal Ghana
Autore: Nicola Scaldaferri
Editore: Squilibri (collana Archivio tradizioni musicali)
Anno: 2015 pagg. 72
ISBN: 9788889009581

Con DVD


14,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Ebadi, Shirin | Finché saremo liberi | Bompiani 2016

La storia  della prima donna musulmana a vincere il premio Nobel per la Pace

Additional DescriptionMore Details

Il governo ha cercato di ostacolarla in tutti i modi, ha intercettato le sue telefonate, ha messo sotto sorveglianza il suo ufficio, l’ha fatta pedinare, ha minacciato lei e i suoi cari con metodi violenti e indicibili. Oggi Shirin Ebadi ci racconta la sua storia di coraggio e di ribellione contro un potere intenzionato a portarle via tutto – il matrimonio, gli amici, i colleghi, la casa, la carriera, persino il Premio Nobel – ma che non è riuscito a intaccare il suo spirito combattivo e la sua speranza di giustizia e di un futuro migliore: “è per amore dell’Iran e del suo popolo, delle sue potenzialità e della sua grandezza, che ho intrapreso ogni singolo passo di questo viaggio. E so che un giorno gli iraniani troveranno la loro strada per la libertà e la giustizia che meritano.” Finché non saremo liberi è il racconto incredibile di una donna che non si arrenderà mai, non importa quali rischi dovrà correre: un esempio per tutti, che insegna il coraggio di lottare per le proprie convinzioni.

Titolo: Finchè non saremo liberi. Iran. La mia lotta per i diritti umani.
Autore: Ebadi Shirin
Anno: 2016
Editore: Bompiani


18,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Eltahawy, Mona | Perchè ci odiano | Einaudi

La mia storia di donna libera nell’islam.

Contro la misoginia che ammorba il mondo islamico, primavere arabe comprese. La testimonianza di una donna picchiata e vessata. Ma che nessuno è riuscito a imbavagliare.

Additional DescriptionMore Details

Quando nel 1982 la famiglia Eltahawy si trasferisce dalla Gran Bretagna in Arabia Saudita, per Mona, quindici anni, è come ritrovarsi all’improvviso in pieno Medioevo. Mai avrebbe immaginato un Paese in cui le donne sono private di molte libertà, escluse dalla scena sociale e costrette a dipendere dagli uomini in tutto e per tutto. Questa traumatica esperienza segna l’inizio della militanza di una giovane donna diventata oggi una nota giornalista e commentatrice di questioni arabe.

Titolo: Perchè ci odiano
Autore: Eltahawy, Mona
Editore: Einaudi collana Stile libero extra
Anno: 2015 pagg. 200
ISBN: 9788806224295


17,50€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Enard, Mathias | Bussola |Edizioni e/o 2016

Con questo straordinario romanzo-fiume uno dei più raffinati autori francesi ha vinto il Premio Goncourt nel 2015.

Additional DescriptionMore Details

Bussola è la storia d’amore tra Franz, uno specialista dell’Oriente, e Sarah, anch’essa studiosa delle civiltà orientali, un amore che dura anni e si snoda attraverso Europa, Iran, Siria e Turchia. Ma è anche la storia di un altro amore tormentato: quello tra l’occidente e l’oriente. Un amore raccontato attraverso le centinaia di storie di coloro, donne e uomini europei, che nel corso dei secoli hanno dedicato le loro vite (e spesso le hanno perse tragicamente) all’inseguimento di questa passione “impossibile”.
Con un’erudizione impressionante che non offusca mai il piacere della lettura, Enard racconta le vite avventurose e appassionate di scrittori, avventurieri, musicisti, viaggiatrici che si sono lasciate ammaliare dall’esotismo e dalla sensualità di luoghi come la Persia, Costantinopoli, Palmira; luoghi di questa passione divisa tra miraggio e illusione da una parte e vite reali e ben concrete dall’altra. Cos’è stato l’orientalismo? Un miraggio del deserto favorito dai fumi dell’oppio, dai profumi delle spezie e dalle mire coloniali dell’Europa, o un vero incontro tra culture diverse ma complementari, l’una bisognosa dell’altra, alla continua ricerca dell’Altro che ci completa?

«Un romanzo maestoso, erudito e appassionante su un tema di grandissima attualità: i nostri rapporti con le civiltà orientali, islamiche, turche, persiane, siriane.»

Titolo: Bussola
Autore: Mathias Enard
Editore: Edizioni e/o
Anno: 2016
pp.: 41


19,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Enard, Mathias | Via dei ladri |Rizzoli

A Tangeri chi si arrampica sugli scogli di fronte allo Stretto può seguire il viavai dei traghetti che fanno la spola con la Spagna. Su quegli scogli Bassam sogna di andarsene. Lakhdar no, l’Europa non lo attira: e invece sarà proprio lui a partire.

Additional DescriptionMore Details

Il suo viaggio comincia a diciassette anni, quando il padre, musulmano ortodosso, lo sorprende a letto con una cugina e lo caccia di casa. Da lì in poi la sua vita è vagabonda, ormai Lakhdar può fare affidamento solo su se stesso. Sfiora un gruppo di estremisti islamici in cui l’amico Bassam rimarrà impigliato, passa da un lavoro all’altro e, assoldato da una compagnia di traghetti, approda in Spagna. Conosce i bassifondi e legge gialli, cerca il sesso in un bordello e brucia d’amore per una studentessa spagnola. Ovunque la violenza pervade l’aria, pare inevitabile che prima o poi Lakhdar ne sia contagiato. Dalla Primavera Araba alla Spagna degli indignati, ancora una volta Énard fa sentire la sua voce autentica e irriducibile.

«Infilandosi nel corpo di un giovane marocchino, Mathias Énard firma un romanzo eccellente sul caos che incombe.» Bibliobs

Titolo: Via dei ladri
Autore: Mathias Énard
Editore: Rizzoli
Anno: 2014
pp.: 301


19,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Filiu Jean-Pierre; Pomes Cyrille | La primavera araba | Bao Publishing

Egitto. Libia. Marocco. Regno del Bahrein. Yemen. Siria. Per queste nazioni, il 2011 è un anno fondamentale. Nel Medio Oriente e nell’Africa del Nord, uomini e donne di tutte le età danno il via a un’ondata rivoluzionaria che rovescia uno alla volta regimi dittatoriali fino a quel momento ritenuti inattaccabili. Ripercorrendo i punti salienti di questo movimento, Jean-Pierre Filiu e Cyrille Pomès raccontano il cuore della rivoluzione attraverso le storie dei veri protagonisti: uomini e donne che spesso hanno pagato il proprio coraggio con la vita.

Additional DescriptionMore Details

Titolo: La Primavera araba
Autore: Filiu Jean-Pierre; Pomes Cyrille
Editore: Bao Publishing
Anno: 2013, pagg. 103
ISBN: 9788865432082
Note: Fumetto


16,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Fiocchetti, Patrizia | Variazioni di luna. Donne combattenti in Iran, Kurdistan, Afghanistan | Lorusso Editore

Nella mitologia persiana, Mah è una divinità femminile, rappresentazione della Luna e regina della notte. Mah è anche la radice di molti nomi femminili, tante variazioni di Luna, che ritornano nelle storie di donne qui raccontate: Mahshid, Mahtab, Mahin, Mahnaz.

Additional DescriptionMore Details

Donne che hanno scelto di non tacere e non rassegnarsi di fronte a un destino di sottomissione che sembrava segnato sia per loro che per i popoli a cui appartengono. Le loro vite si incrociano con quelle delll’autrice del libro Patrizia Fiocchetti che, dopo 13 anni di militanza con la resistenza al regime khomeinista dell’Organizzazione dei mojahedin del popolo iraniani, incontra altre donne e altre resistenze, tra le rivoluzionarie afghane di Rawa, le combattenti curde delle Ypj e tante altre voci e volti di donne, declinazioni di lotte lontane ma comuni.

«Alzerò la mia voce al di sopra del brusio dei potenti. La renderò tuono, perché esploda tra le nuvole e le sue note cadano come gocce di pioggia a far respirare la terra. Se per questo pagherò, subirò violenza o l’esilio non mi fermerò. Perché difendo la vita e la verità e non legittimo confini.
Né madonna, né puttana, né santa, né strega. Sono Donna, sono persona, sono padrona del destino, colei che scrive la Storia del mondo.»

Titolo: Variazioni di luna. Donne combattenti in Iran, Kurdistan, Afghanistan
Autore: Patrizia Fiocchetti
Editore: Lorusso Editore
Anno: 2016
pp.: 128


12,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Fioravanti, F. M., Romani, P. | Elegia Siriana – Edizione bilingue italiano/inglese | Casa Dei Libri Editore

Un viaggio fotografico in Siria prima della guerra civile, tra immagini di strada e archeologia, e le testimonianze di uno storico passato e la brulicante vita dei suq.

Additional DescriptionMore Details

Fotografie che raccontano un paese da sempre luogo di incontro e di passaggio tra Oriente e Occidente, tra culture e religioni differenti.

Immagini di una Siria ormai perduta, sia nelle fotografie dei siti archeologici, che la furia dei combattimenti ha distrutto o danneggiato come a Palmira, Aleppo, Krak dei Cavalieri, Apamea e Bosra; sia nelle fotografie ‘di strada’ riprese nei suq di Damasco, Aleppo, Hama, Homs, Raqqa, Tartus; suq che sono stati distrutti o ridotti a vuoto palcoscenici privi di vita.

Titolo: Elegia Siriana / A syrian Elegy
Autore: Fabio Massimo Fioravanti, Paolo Romani
Editore: Casa dei Libri Editore
Anno: 2016
pp.: 143


18,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Franceschi Karim, Tonacci Fabio | Il combattente | BUR 2016

La testimonianza del giovane italiano partito per difendere Kobane

Additional DescriptionMore Details

Nato a Senigallia, nel 1989, figlio di madre marocchina e del partigiano Primo,che ha fatto la Resistenza, nel gennaio del 2015 Karim Franceschi, già militante dei centri sociali e animato dai valori democratici e socialisti che hanno ispirato la Costituzione italiana, ma senza alcuna preparazione militare, si unisce alle YPJ, le milizie popolari curde che combattono contro l’avanzata di Daesh, lo Stato Islamico. Unico italiano a partecipare alla difesa di Kobane, tra molti altri stranieri. Ha perso suo padre quando era ancora piccolo ed è partito alla volta di Kobane per vedere con i suoi occhi quello che aveva visto lui: le città distrutte dalla violenza fascista, il coraggio e la determinazione, specialmente delle donne, al di là della forza fisica. Il suo nome di battaglia è , non a caso, Marcello: lo stesso nome di una formazione partigiana toscana. In questa testimonianza, raccolta dal giornalista Fabio Tonacci, Marcello ci offre una descrizione dettagliata della violenza della lotta armata, così lontana dal nostro vissuto quotidiano: le stragi di civili, le città distrutte, la necessità di difendersi, l’opzione per la violenza, la scelta di difendere i valori laici delle milizie curde, che vogliono costruire una società autenticamente democratica, basata sull’esercizio collettivo e condiviso del potere. Karim, che da soldato semplice è diventato poi un cecchino, descrive il suo stato d’animo sul fronte citando un vecchio partigiano: “ Quando un nazista finisce nel mio mirino so che non ucciderà il ragazzo che ho visto sul ponte stamattina”.

Titolo: Il combattente
Autore: Franceschi Karim, Tonacci Fabio
Editore: BUR
Anno: 2016
Prezzo: 17 euro


17,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Galligarich Gianfranco | La malinconia dei Crusich | Bompiani

Quella dei Crusich è la vera storia di una numerosa famiglia vissuta durante l’intero arco del secolo scorso con due guerre mondiali, rivoluzioni, guerre civili e altri avvenimenti sconvolgenti, sotto i cicli della luna a fare puntuale compagnia alla terra ruotante solitaria nell’universo.

Additional DescriptionMore Details

Tutti i Crusich vivono nell’ombra di una tenace malinconia, una sorta di nostalgia della vita che rende le loro esistenze particolarmente avventurose e intense. Ombra che spinge il capostipite a navigare per i mari, nella vana ricerca di un introvabile altrove per approdare all’inizio del Novecento a Cofù, dove metterà al mondo sei figli. Li seguiremo, soli o con le famiglie, in Italia durante l’acclamata nascita del fascismo, in Africa durante la fondazione di un breve e fragile Impero, in storiche battaglie su aspre montagne abissine, in campi di concentramento per lunghe prigionie sotto il sole dei deserti egiziani. E poi di nuovo in Italia, a Milano, durante la faticosa ricostruzione della città uscita dalle macerie del secondo Grande Massacro Mondiale, a Roma nei movimentati, futili anni della Dolce Vita, in Sudamerica in cerca di vagheggiate fortune. Fino all’ultimo dei Crusich che si imbarcherà a sua volta per una navigazione solitaria lungo le coste della terraferma, i soli luoghi dove forse poter trovare, protetti dal mare e dalla luna, la perduta bellezza del mondo. Una storia di padri e figli che è insieme un’epica saga familiare e un romanzo storico del nostro tempo.

Titolo: La malinconia dei Crusich
Autore: Gianfranco Galligarich
Editore: Bompiani
Anno: 2016
pp.: 441


20,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Ghallab, Abd al-Karim | Il libro della genesi | Jouvence 2002

Autobiografia dello scrittore marocchino Abd al-Karim Ghallab.

Additional DescriptionMore Details

Infanzia, adolescenza e giovinezza dell’uomo di lettere Ghallab, nel romanzo si narra della sua vita segnata dagli eventi politici del Marocco del XX secolo, il colonialismo francese, la liberazione e le speranze dell’indipendenza.


15,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Ghandur, Nahla | Hiya huma hunna | Khayyat Al-Saghir

Un bellissimo libro illustrato a più voci (in arabo)

18,36€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Giorgio Manganelli | Africa | Otto/Novecento

“Da un labirinto si esce solo per trapassare a un altro labirinto” scrisse Manganelli a commento della Mitobiografia di Ernst Bernhard. Questo inanellarsi delle esperienze, che a Manganelli spesso piacque, era stato in qualche modo suggerito dal mitico Bernhard. Dopo questo Ur-viaggio africano trapassò ad altri golosi viaggi, ormai esperto, meno commosso, ma sempre mitopoietico. Nel 1970 si era creata all’improvviso una catena di casi che alla fine lo inchiodò, riluttante, a quel mutamento drammatico, quasi un cambiamento di specie. Dalla simpatica ma anche umile condizione di scrittore sempre in poltrona, o sdraiato a letto dove passava pomeriggi con la matita in mano a leggere il libro preferito, trapassò di colpo a scrittore in cammino per il mondo. Occhio prensile che fissa mentalmente paesaggi e architetture – mai con la macchina fotografica – palato che gusta esotismi vari, naso che annusa incensi in chiese sparse ovunque.

Additional DescriptionMore Details

Titolo: Africa
Autore: Giorgio Manganelli
Editore: Otto/Novecento
Anno: 2015 pagg.128
ISBN: 9788887734522


10,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Goli, Taraghi | la signora del melograno | Calabuig 2014

Storie di donne, uomini e ragazzi, in fuga dall’Iran dopo la Rivoluzione Islamista

Additional DescriptionMore Details

Azar Nafisi, la celebre letterata persiana, ha scritto che le storie raccontate da Taraghi Goli, in La signora Melograno, sono “originali e universali, piene di passione, di curiosità, di empatia.
E anche di tristezza”. Sono le storie di donne, uomini e ragazzi, in fuga dall’Iran dopo la Rivoluzione Islamista. Spaesati, ma ancora pieni di vita. Sono persone che si muovono da un esilio all’altro. Le pagine del romanzo sono dense di dettagli sulle loro peripezie quotidiane, in cui si riflette il percorso della stessa autrice ma, ognuna di queste storie, è in se stessa unica. Ognuna nasconde a suo modo il mistero della vita. Dice Nafisi:” Nelle sue pagine c’è un po’ dello spirito fragile e resistentissimo dell’Iran: vibrante e sensuale, ammiccante quando è serio, tormentato quando scherza, traboccante, sempre, di amore per la vita.”

Titolo: La signora Melograno
Autore: Goli, Taraghi
Editore: Calabuig
Anno: 2014


14,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Gordimer, Nadine | Tempi da raccontare | Feltrinelli 2014

Raccolta di articoli e racconti di una delle voci eticamente più appassionate del secolo scorso

Additional DescriptionMore Details

Nadine Gordimer, scrittrice sudafricana da pochi anni scomparsa, ha sempre orientato il suo vissuto e la sua attività letteraria in senso etico, considerando le due dimensioni, di fatto,inseparabili. Questa raccolta ci riporta alcuni dei suoi racconti e dei suoi interventi di maggior rilievo, tra cui il suo primo articolo, scritto per “ The New Yorker” nel 1954, in cui racconta come è diventata una scrittrice. Le sue coraggiose battaglie per la dignità umana non si esauriscono nella sua celebre lotta contro il regime di apartheid e la sua difesa dei menri dell’African Congress costretti alla prigionia, ma spaziano, nelle sue analisi, fino agli sviluppi recenti del Sud Africa post-apartheid, mortificato dalla conflittualità etnica e dalle nefaste conseguenza della globalizzazione economica.

Autore: Gordimer, Nadine
Titotlo: Tempi da raccontare
Editore:Feltrinelli
Anno: 2014


20,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Guardi, Jolanda e Vanzan Anna ( a cura di) | Che genere di Islam. Omosessuali, queer e transessuali tra shar’ia e nuove interpretazioni | Ediesse 2012

Un testo provocatorio e approfondito che inclina i nostri stereotipi sul rapporto tra omosessualità e Islam

Additional DescriptionMore Details

L’immagine che abbiamo dell’omosessualità nelle società islamiche è spesso inficiata dai nostri pregiudizi e spesso, questi ultimi, riflettono nozioni omofobe ancora radicate nella nostra cultura.
Alcuni legano la comparsa dell’omosessualità nel mondo islamico al contatto con la “ modernità” occidentale, altri la considerano frutto una gestione segregazionista della sessualità, appiattendo dunque la sessualità ad una dimensione istintuale e biologizzata. Altri ancora palesano, nelle loro analisi, una certa simpatia per la morale islamica, contrapposta in maniera pretestuosa, quanto marcatamente etnocentrica, alla decadenza del mondo occidentale. Nella loro ricostruzione, che fa constante impiego dell’analisi linguistica e allo studio dei testi sacri, le autrici restituiscono a questa poco nota tematica la sua complessità storica, geografica e, ovviamente, anche individuale, arricchendo così, nel loro insieme, l’ analisi socio-teorica sulla sessualità umana.

Titolo: Che genere di Islam. Omosessuali, queer e transessuali tra shar’ia e nuove interpretazioni.
Autore: Guardi Jolanda, Vanzan Anna ( a cura di).
Editore: Ediesse
Anno: 2012


12,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Gyasi, Yaa | Non dimenticare chi sei | Garzanti 2017

Due sorelle separate dal destino, un legame più forte di tutto perché si torna sempre alle proprie radici.

“Una nuova, giovane voce di incommensurabile talento.”  The New York Times

Additional DescriptionMore Details

Effia è nata in una notte di fuoco, durante un incendio nel bosco in cui la madre è stata costretta a scappare. Anni dopo in un villaggio, nasce Esi, protetta e amata dalla famiglia. Effia ed Esi sono sorelle, legate dalla nascita senza saperlo. Non sapranno mai che l’unica cosa che le accomuna è un ciondolo di pietra nera che entrambe portano al collo, dono della madre. Il destino le trascina distanti l’una dall’altra, ma la loro unione va oltre il tempo: generazione dopo generazione, la loro eredità viene accolta da due ragazzi, Marcus e Marjorie. I due non sanno di avere il compito di ricongiungere il filo spezzato anni prima, ma capiscono che senza radici non si costruisce futuro, perché bisogna conoscere le proprie origini per ritrovare se stessi.

L’autore: Yaa Gyasi è nata nel Ghana e cresciuta negli Stati Uniti. Il suo romanzo d’esordio, Non dimenticare chi sei, pubblicato in tutto il mondo, rappresenta per lei l’inizio di una carriera letteraria interessante.

Titolo: Non dimenticare chi sei
Autore: Yaa Gyasi
Editore: Garzanti
Anno: 2017, pag. 334
ISBN: 9788811602484


17,60€Price:
320,00€P&P:
Loading Updating cart…

Hakan, Günday | Ancòra | Marcos y Marcos 2016

“Il primo strumento utilizzato dall’uomo è un altro uomo”

Additional DescriptionMore Details

Ancòra, Daha, in lingua turca, è la parola che Gaza, il piccolo protagonista del racconto, sente più spesso: ancòra acqua, ancòra pane. Sono i migranti stipatii nella cantina di suo padre a pronunciarla. Persone sopravvissute attraversando il mare e i deserti, spesso a spese le une delle altre. La spietatezza, appunto, è il movente principale di Gaza, il piccolo tiranno che aiuta il padre trafficante di essere umani. Egli è venuto al mondo in seguito al dolore e alla morte di sua madre ed è cresciuto al servizio di un padre criminale.
La cantina è come un imbuto. Ingoia esseri umani per poi vomitarli fuori , come fosse una metonimia del loro paese di transito: la Turchia.
Gaza è anche un bambino intelligente, il migliore della sua classe e gli è rimasto un briciolo di sensibilità, così, su di lui impattano anche le speranze, il dolore e l’umanità dei clandestini che guardano oltre l’orizzonte, sognando la Grecia, un altrove che anche questo bambino scruta.
Questa umanità ancora latente in lui, pur sporcata di continuo, verrà definitivamente spazzata via da un incidente che lo priva di tutto, del padre, degli stessi migranti e anche della sua anima, solo una cosa gli resta. Una rana di carta, lasciatagli da Cuma, Venerdì, un suo amico afghano, dal quale vorrà tornare. Ancòra non è la storia di un’espiazione, ma un romanzo che costringe il lettore a distaccarsi dalla sua patina di moralità quotidiana e a concentrarsi, persino morbosamente, sul suo opposto: un luogo dove tantissimi esseri umani, ogni giorno, devono pagare un prezzo per conservare le briciole dell’umanità che ancora gli resta. Quanta della nostra umanità siamo disposti a svendere, quanto benessere siamo disposti a pagare con la vita di altri?

Titolo: Ancòra
Autore: Hakan, Günday
Editore: Marcos y Marcos
Anno: 2016

Titolo: Ancòra
Autore: Hakan, Günday
Editore: Marcos y Marcos
Anno: 2016


18,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Harper, Lee | Va’, metti una sentinella | Feltrinelli

Il romanzo che ha generato il celeberrimo Il buio oltre la siepe, scritto da Harper Lee qualche anno prima dell’opera che l’ha resa famosa ma dove incontriamo per la prima volta alcuni degli stessi protagonisti, tra cui l’indomita Scout (Jean Louise Finch) e suo padre, l’avvocato Atticus Finch.

“Il testo è stato dimenticato per più di sessant’anni e oggi ritrovato in una cassetta di sicurezza dove era stato sbadatamente archiviato come appendice. Siamo stati a Londra a leggere il manoscritto gelosamente custodito dall’agente. Abbiamo trattato i diritti. E oggi siamo felici di annunciare che i lettori italiani potranno leggere a Natale, per la traduzione di Vincenzo Mantovani (grande traduttore di Philip Roth, Saul Bellow e Richard Ford…)…

Additional DescriptionMore Details

Titolo: Va’, metti una sentinella
Autore: Harper, Lee
Editore: Feltrinelli (collana I narratori)
Anno: 2015, pagg. 272
ISBN: 9788807031595


18,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Hobsbawm Eric J. | Storia sociale del jazz | Res Gestae

Questo testo viene pubblicato, per la prima volta, sotto lo pseudonimo di Francis Newton, lo stesso autore di una fortunatissima rubrica di jazz sul New Statesman. Dietro a lui si cela Eric J. Hobsbawm, l’intellettuale che ha segnato la cultura europea con la sua riflessione sul Novecento come secolo breve. In questo libro si coglie tutta la sua passione, insieme a una tesi forte sul ruolo sociale di questo genere musicale. Il jazz è rivoluzione, dei suoni, dei costumi, della socialità. Hobsbawm è interessato alla società che si muove attorno al jazz, un universo notturno di anime inquiete, mosse dal desiderio di cambiamento, dalla forza di un’innovazione che non si ferma al campo musicale. Una storia emozionante e originale raccontata da un personaggio d’eccezione.

Additional DescriptionMore Details

Titolo: Storia sociale del jazz. Una rivoluzione di suoni
Autore: Hobsbawm Eric J.
Editore: Res Gestae
Anno: 2013 pagg. 473
ISBN: 9788866970514


28,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Hora de Bai. Antropologia e letteratura delle isole del Capo Verde | Alberto Sobrero | Argo

Quando partii per le isole di Capo Verde mi proponevo di trovare una qualche pratica tradizionale e di comporre su ciò una monografia antropologica. In quest’ottica la prima parte della mia ricerca fu un fallimento: mi resi presto conto di quanto sarebbe stato falso offrire al lettore italiano l’immagine delle isole a partire da qualche tratto della tradizione africana o portoghese. Per la loro natura e per la loro storia, queste isole hanno prodotto una società complessa…

Additional DescriptionMore Details

…Nei secoli le isole di Capo Verde sono state attraversate da tante storie diverse –l’espansione portoghese, il commercio degli schiavi lungo le rotte del Brasile e delle Antille, le scorrerie dei pirati, l’abbandono degli europei negli anni delle carestie, la fuga degli schiavi verso le zone interne, il formarsi di un mondo creolo, l’emigrazione- e ognuna di queste storie ha lasciato presenze, testimonianze.
Dovette passare del tempo prima che la macchina dell’interpretazione cominciasse a girare. Il punto di avvio del mio lavoro mi sembrò obbligato ed era la riflessione che gli stessi capoverdiani avevano fatto sulla propria cultura, il modo in cui, fra tante storie spezzate, riuscivano a raccontarsi: la letteratura e l’etnologia delle isole. Poi sarei tornato a capire il senso che in questa società ha assunto nei secoli l’impronta africana, le tracce di quella cultura che si formò lungo la rotta degli schiavi, quel che una volta legava la tabanca capovrdiana al candomblé brasiliano o al vodu haitiano.

Titolo: Hora de Bai. Antropologia e letteratura delle isole del Capo Verde
Autore: Alberto Sobrero
Editore: Argo ( collana Mnemosyne)
Anno: 1995 pagg.302
ISBN: 9788886211536


20,66€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Iannucci, Marisa | Contro l’Isis. Le fatwa delle autorità religiose musulmane contro il califfato di Al-Baghdadi | Giorgio Pozzi Editore

Il 29 giugno 2014 Abū Bakr al-Baghdādī proclama la restaurazione del califfato e chiede ai musulmani di tutto il mondo fedeltà al nascente Stato Islamico dell’Iraq e del Levante.

Additional DescriptionMore Details

Da allora una spirale di violenza ha inghiottito Iraq e Siria, e il terrorismo dell’Isis ha coinvolto Europa, Nord Africa, Vicino Oriente e Asia. L’espansione dell’organizzazione terroristica, ben armata e non priva di risorse, ha provocato un numero enorme di profughi, favorendo il reclutamento di decine di migliaia di combattenti e diffondendo la sua ideologia violenta anche in Occidente. Cosa ne pensano i musulmani, e qual è la posizione delle istituzioni religiose?
Il libro presenta alcune delle più importanti dichiarazioni (fatwa) emanate dalle autorità musulmane di tutto il mondo contro il sedicente califfato, a partire dalla sua proclamazione. Si tratta di opinioni giuridiche articolate e di ferme condanne che in Occidente non hanno avuto l’attenzione dei media, con il risultato di aumentare la confusione e l’ignoranza su ciò che avviene nel mondo musulmano, e di favorire la paura dell’Islam.
I testi introduttivi e le dichiarazioni dei religiosi musulmani aiutano il lettore a comprendere il fenomeno e offrono un punto di vista senz’altro inedito per il pubblico italiano.

Titolo: Contro l’Isis. Le fatwa delle autorità religiose musulmane contro il califfato di Al-Baghdadi
Autore: Marisa Iannucci (a cura di)
Editore: Giorgio Pozzi Editore
Anno: 2016
pp.: 128
ISBN: 9788896117620


13,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Ibrahim Sonallah | Le stagioni di Zath | 2015, Calabuig

Nell’appartamento piccolo borghese di un condominio del Cairo, Zhat vive una vita affollata di eventi piccoli e grandi (il matrimonio, le gravidanze, una malattia), e popolata di amiche, vicini di casa, negozianti del quartiere, le cui esistenze si intrecciano con la sua. Cronaca, piena di vivacità e di ironia, delle giornate di una donna qualunque, il romanzo alterna le avventure quotidiane di Zhat con il resoconto degli eventi politici e sociali dell’Egitto negli anni di Nasser, di Sadat e di Mubarak. Emerge così il ritratto di un paese dove convivono senza armonizzarsi influenze occidentali e tradizione islamica, modernità e antiche corruzioni.

Additional DescriptionMore Details

Titolo: Le stagioni di Zath
Autore: Ibrahim Sonallah
Editore: Calabuig
Anno: 2015 pagg. 402
ISBN: 9788899066062


18,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Ibrahim, Sonallah | La commissione | Jouvence 2003

Romanzo di ispirazione kafkiana dello scrittore egiziano Sonallah Ibrahim

Titolo momentaneamente non disponibile

Additional DescriptionMore Details

Sonallah Ibrahim, uno degli scrittori egiziani della “generazione degli anni ’60”, incarcerato e torturato durante il regime di Nasser, descrive in questo romanzo un paese in cui una misteriosa commissione ha il totale potere sui cittadini e sugli intellettuali.


15,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Irwin, Robert | Lumi dall’Oriente. L’orientalismo e i suoi nemici | Donzelli 2008

Un racconto storico del lungo e antico tentativo di comprendere gli altri

Additional DescriptionMore Details

Negli ultimi anni la vicenda del confronto tra Oriente e Occidente sembra essersi appiattita sulla sterilità di due visioni contrapposte, che si rafforzano reciprocamente. Da un lato, la retorica dello scontro di civiltà, dall’altro l’accusa mossa agli studiosi dell’Oriente, specialmente dopo la pubblicazione di Orientalismo di Edward Said, di produrre una visione distorta dei popoli orientali, funzionale alla giustificazione e alla preservazione del dominio imperialista occidentale. L’autore documenta come, in realtà, ben prima di questo dibattito, e ben oltre il mondo accademico, l’ossessione del dialogo e della comprensione reciproca sia stata una ragione di vita per tanti uomini fin dall’antichità, passando per il Rinascimento e il Secolo dei Lumi, e come questo sia avvenuto in tutti i campi dell’esperienza umana, dalla letteratura, alla scienza e alla religione. Uno sforzo antico, di cui ormai sembriamo esserci dimenticati, ma che è fondamentale ricostruire e riproporre.

Titolo: Lumi dall’Oriente. L’orientalismo e i suoi nemici
Autore: Irwin Robert
Editore: Donzelli
Anno: 2008


30,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Ivan Grozny Compasso | Kobane dentro | Agenzia X

Ormai da qualche mese molti critici e oppositori al sistema liberista, guardano con estremo interesse l’utopia realizzata nel Kurdistan siriano, analizzando le prospettive del “contratto sociale del Rojava”. Ma quella frontiera è presidiata dai militari di Ankara ed è quasi impossibile varcarla. Nel dicembre 2014 Ivan Grozny Compasso è stato tra i pochi a entrare nella città assediata, riuscendo a divulgare nel web informazioni reali e dirette su quanto stava succedendo a Kobane, dove le donne e gli uomini della resistenza curda combattono contro l’avanzata dell’esercito dell’Isis. Kobane dentro è il diario dettagliato di sette giorni di permanenza a stretto contatto con i combattenti e il loro sistema di autogoverno influenzato dagli studi in carcere di Abdullah Ocalan sul pensiero libertario di Murray Bookchin. A completare il volume una serie di interventi di approfondimento.

Additional DescriptionMore Details

Titolo: Kobane dentro. Diario di guerra sulla difesa del Rojava
Autore: Ivan Grozny Compasso
Editore: Agenzia x
Anno: 2015 pagg. 200
ISBN: 9788898922086


14,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

James Marlon | Breve storia di sette omicidi | Sperling & Kupfer

Vicina al reggae, eppure così distante dalla rivoluzione pacifista auspicata dalla religione rastafari, nel 1976 la Giamaica trabocca di proiettili, miseria, stupri, droga, mafia, servizi segreti e poliziotti corrotti.

Additional DescriptionMore Details

Il 3 dicembre, alla vigilia delle elezioni politiche e a due soli giorni dal grande «concerto per la pacificazione», organizzato da Bob Marley per attenuare le tensioni che dilaniano l’isola, sette uomini armati irrompono nella villa del cantante e feriscono lui, la moglie, il manager e molte altre persone. È un episodio storicamente accertato, del quale pubblicamente si è detto pochissimo, mentre moltissimo è stato raccontato, sussurrato e cantato per le strade di West Kingston. Chi erano gli attentatori? Che fine hanno fatto? Chi li aveva mandati? Breve storia di sette omicidi è il racconto epico di questa vicenda, un ambizioso ritratto del lato oscuro della Giamaica, un poema lungo vent’anni, nel quale si intrecciano i destini di decine di personaggi le cui vite sono state irrimediabilmente segnate dagli eventi del 1976.

Titolo: Breve storia di sette omicidi
Autore: Marlon James
Editore: Sperling & Kupfer
Anno: 2015
pp.: 687


15,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Karami Leila, Scarcia Amoretti Biancamaria ( a cura di) | Il protagonismo delle donne in terra d’Islam | Ediesse 2015

Un saggio approfondito e coinvolgente sul movimento emancipatorio delle donne nei paesi islamici

Additional DescriptionMore Details

«La voce dell’altra va presa sul serio, quale premessa alla richiesta che la propria voce venga ascoltata».
In Europa ci siamo siamo ormai abituati a guardare il mondo islamico attraverso i nostri stereotipi, alimentati dall’ignoranza. Si parla spesso dell’Islam come se ci fosse effettivamente un unico mondo islamico e non si hanno quasi mai le conoscenze necessarie per dare profondità storica ai fenomeni di cui si vorrebbe trattare. Le invettive contro il maschilismo che caratterizzerebbe, quasi per una natura intrinseca, la società islamica, si ammantano poi di venature paternalistiche, che portano a considerare le donne di fede musulmana come votate, loro malgrado, alla sottomissione. Le autrici del volume affrontano la tematica, colpevolmente ignorata, del movimento emancipatorio delle donne nei paesi islamici, un fenomeno vasto, diversificato, così come i molteplici contesti di cui si tratta, dal Maghreb alla Palestina, dall’Arabia alla Somalia, fino in Indonesia, nei tratti unificanti e nelle diversità che li caratterizzano. Un’analisi che parte dai concreti racconti di vita e dalle vicende personali come dalla cultura e dall’Islam, che va appunto conosciuto, nei suoi testi, nelle sue manifestazioni e divisioni, per poter ascoltare queste donne e narrare le loro storie.


16,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Kassir, Samir | L’nfelicità araba | Einaudi 2008

L’ultima testimonianza del pensiero critico di Samir Kassir, “il manifesto del dissenso arabo”

Additional DescriptionMore Details

Samir Kassir è stato uno storico e un giornalista libanese. Dopo aver c collaborato con giornali del calibro di Le Monde Diplomatique e aver conseguito, in Francia, il dottorato in Storia Moderna e Contemporanea, negli anni Novanta torna al suo paese di origine per insegnare all’università San Joseph, continuando la sua attività di giornalista e portando avanti il suo impegno politico a sinistra, sostenendo la democratizzazione della Siria e la causa del popolo palestinese. Nel 2005, a Beirut, dove lavorava per il quotidiano An Nahar, Samir Kassir viene assassinato da un commando terrorista.
In questo suo testamento-manifesto, Samir Kassir unisce la conoscenza del passato, propria dello storico, allo sguardo vivo sul presente, tipica del giornalista, ma anche l’immaginazione visionaria che ogni attivista politico dovrebbe avere, per farsi portavoce di un nuovo inizio per le società arabe. A suo parere, come è hanno saputo fare un tempo, quando erano grandiose, le società arabe devono essere in grado di guardare al futuro, esaminando il presente con uno sguardo critico rinnovato, che sappia rielaborare quella modernità in cui alcuni vedono soltanto una minaccia. “L’infelicità araba” testimonia un pensiero critico, libero da qualsiasi costrizione ideologica, che non sia la difesa della libertà e della democrazia, a favore delle quali l’autore si è sempre battuto, fino al suo sacrificio.

Titolo: L’infelicità araba
Autore: Kassir Samir
Editore: Einaudi
Anno: 2006
pp.: 92


8,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Khadra Yasmina | L’ultima notte del Rais | Sellerio, 2015

Il colonnello Gheddafi trascorre nel tormento le sue ultime ore. Abbandonato da tutti, assalito dai dubbi, si è reso conto troppo tardi della devastazione in cui versa il suo paese, e adesso la solitudine lo costringe a guardarsi dentro e a ripercorrere la propria vita. La megalomania l’ha spinto a credere di poter incarnare la sua nazione, il suo popolo. Questo libro racconta di un uomo nato sotto il segno dell’ingiustizia, che sognava un riscatto individuale e collettivo. Nelle ore fatali del declino il Rais ritorna a quei momenti in cui ha avuto fede nella sua nazione e in se stesso e ha cercato di sollevarla dalla povertà, dallo sfruttamento. Fin quando l’immensità di quella visione, e di quel potere, si è trasformata in terrore e autoritarismo.

Additional DescriptionMore Details

Titolo: L’ultima notte del Rais
Autore: Yasmina Khadra
Editore: Sellerio
Anno: 2015 pagg. 172
ISBN: 9788838933967


15,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Khalifa, Mustafa | La Conchiglia. I miei anni nelle prigioni siriane | Castelvecchi

Prefazione di Ugo Tramballi

Dopo sei anni trascorsi in Francia, il giovane Musa torna nel suo Paese, la Siria. Non può prevedere che, appena sceso dall’aereo, sarà arrestato dalla polizia, torturato nella sede dei servizi segreti e condannato senza processo sulla base di un’accusa assurda: quella di appartenere, lui cristiano non praticante, al movimento dei Fratelli musulmani. Questo romanzo, dolorosamente autobiografico, racconta l’odissea durata tredici anni nelle carceri di Hafiz al-Assad, la storia di una resistenza quotidiana alla violenza che annulla i corpi e le menti degli uomini.

Additional DescriptionMore Details

Titolo: La Conchiglia. I miei anni nelle prigioni siriane
Autore: Khalifa, Mustafa
Editore: Castelvecchi (collana Diwan)
Anno: 2014 pagg. 237
ISBN: 9788876157240


17,50€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Ki-Zerbo, Joseph | Storia dell’Africa Nera. Un continente tra la preistoria e il futuro | Edizioni Ghibli, 2016

Per molti secoli il continente africano è stato raccontato dalla voce parziale dell’uomo bianco.

Additional DescriptionMore Details

Sin dai tempi delle prime esplorazioni, le leggende di popoli selvaggi privi di anima sono state predominanti nella narrazione portata avanti da navigatori, missionari e avventurieri. L’opera dello storico burkinabé Joseph Ki-Zerbo è stata una delle prime a mostrare il vero volto del Continente Nero e a contrapporsi agli stereotipi promossi dalla storiografia dell’epoca. Le civiltà dei primordi, gli antichi imperi e le culture millenarie rivivono in una cronaca puntuale che non solo smentisce la grande menzogna perpetrata dai popoli colonizzatori, ma inquadra l’Africa sotto la prospettiva di prima “culla della civiltà”. Per dirla con le parole dello stesso Ki-Zerbo: “L’Europa della colonizzazione ha il dovere di restituire all’Africa quel-lo che ha rubato: soprattutto la sua cultura, le sue tradizioni, la sua storia, oltre che le sue risorse”.

Titolo: Storia dell’Africa Nera. Un continente tra la preistoria e il futuro
Autore: Joseph Ki-Zerbo
Editore: Ghibli
Anno: 2016
pp.: 902


35,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Laferrière, Dany | L’Arte ormai perduta del dolce far niente | 66th and 2nd

«Scriviamo proprio per uscire dal nostro corpo e dal posto da cui viviamo. Per essere un’altra persona. Io scrivo nella lingua di chi mi legge».

Additional DescriptionMore Details

Così Laferrière abbatte le barriere tra popoli, tra lettore e scrittore. E, come un Diderot contemporaneo, si concede il tempo di divagare sugli argomenti più disparati – il corpo e i cinque sensi, l’amore e la guerra, la musica e la pittura, la Storia -, ma soprattutto riflettere sulla vita, perché l’arte del dolce far niente altro non è se non l’arte di vivere.

«Il più bel viaggio nel tempo che io conosca è quello che ci permettono di fare i libri. […] L’immaginazione crea uno spazio-tempo così vasto da eliminare il concetto di passato, presente e futuro. L’arte è davvero l’unico tentativo serio di dare una risposta alla’angoscia dell’uomo di fronte a quel mostro insaziabile che è il tempo».

Titolo: L’arte ormai perduta del dolce far niente
Autore: Dany Laferrière
Editore: 66th and 2nd
Anno: 2016
pp.: 385


18,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Last, G., Punkhurst, R., Robson, E. | A History of Ethiopia in Pictures from Ancient to Modern Times | Arada Books

I creatori di questo libro sono riusciti a riprodurre in poche pagine la prima storia illustrata dell’Etiopia.

Additional DescriptionMore Details

In questo libro possiamo trovare le ricostruzioni della città di Aksum nell’epoca pre-Cristiana, di Lalibela e le sue chiese costruite nella roccia, di Gonder nel XVII e XVIII secolo e delle battaglia di Maqdala e Adwa.
Possiamo vedere le persone che vissero in questi luoghi e ricostruire la storia dei loro tempi.

Titolo: A History of Ethiopia in Pictures from Ancient to Modern Times
Autore: Last, G., Punkhurst, R., Robson, E.
Editore: Arada Books
Anno: 2014
Lingua: Inglese
pp.: 67


9,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Leogrande, Alessandro | La Frontiera | Feltrinelli

C’è una linea immaginaria eppure realissima, una ferita non chiusa, un luogo di tutti e di nessuno di cui ognuno, invisibilmente, è parte: è la frontiera che separa e insieme unisce il Nord del mondo, democratico, liberale e civilizzato, e il Sud, povero, morso dalla guerra, arretrato e antidemocratico. È sul margine di questa frontiera che si gioca il Grande gioco del mondo contemporaneo.

Additional DescriptionMore Details

Titolo: La Frontiera
Autore: Leogrande, Alessandro
Editore: Feltrinelli (collana I narratori)
Anno: 2015 pagg. 320
ISBN: 9788807031656


17,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Losi, Natale | Guarire la guerra | L’Harmattan Italia 2015

Gli psichiatri e gli psicoterapeuti sono preparati a curare le ferite invisibili di chi fugge dalla guerra e arriva sulle nostre sponde senza confondere normali reazioni di sofferenza con situazioni eccezionali o, peggio, con sindromi psichiatriche tipiche di contesti di non belligeranza?

Libro in ristampa, al momento non disponibile.

Additional DescriptionMore Details

Nel suo ultimo libro Natale Losi, attraverso la descrizione di esperienze in Kosovo, Palestina, Colombia e Italia analizza in modo critico le modalità più comuni di intervento psicoterapeutico rivolto a persone che hanno subito il dramma della guerra o dell’esilio forzato e descrive una strategia terapeutica innovativa (etno-sistemico-narrativa).
Gli psichiatri e gli psicoterapeuti -ci si chiede nel libro- sono preparati a curare le ferite invisibili di chi fugge dalla guerra e arriva, a volte dopo anni di viaggio, sulle nostre sponde, senza confondere normali reazioni di sofferenza con situazioni eccezionali o, peggio, con sindromi psichiatriche tipiche di contesti di non belligeranza?
Il libro descrive “storie che curano” adottando uno stile rivolto a un pubblico più vasto di quello degli addetti ai lavori.


26,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Mabanckou, Alain | Domani avrò vent’anni | 66thand2nd Edizioni, 2011

Nel suo ultimo romanzo, Alain Mabanckou torna alla Pointe-Noire della sua infanzia

Additional DescriptionMore Details

Alain Mabanckou, eclettico scrittore originario della Repubblica del Congo, torna con “Domani avrò vent’anni” (66thand2nd) alla città che l’ha visto muovere i suoi primi passi nel mondo. Pointe-Noire, la capitale economica del suo paese, diventa lo scenario spesso surreale in cui Mabanckou ambienta questo romanzo di formazione che ha come protagonista Michel, un vivacissimo bambino di dieci anni con gli occhi spalancati sul mondo che lo circonda. Un mondo fatto di suoni e tinte forti, popolato da personaggi indimenticabili – come lo sono spesso i personaggi tratteggiati da Mabanckou: Lounès, l’amico del cuore, e sua sorella Caroline, che è anche la fidanzatina di Michel, lo zio ricco e comunista René, Roger, il padre di Michel che adora pontificare sulla politica mondiale con le sue personali ricette per salvare il pianeta, Pauline, la madre sempre avvolta dai suoi abiti arancione brillante. Un piccolo mondo al quale si intrecciano le vicende del grande mondo, attraverso le notizie che arrivano dalla radio. Un romanzo che presenta un’Africa un po’ strampalata, ma ricca di umanità, capace di sorridere di se stessa e del mondo.

Titolo: Domani avrò vent’anni
Autore: Mabanckou , Alain
Editore: 66thand2nd
Anno: 2011, pag. 336
ISBN: 9788896538234


20,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Maiga, Ismael | Parlons Bambara. Langue et culture bambara | L’Harmattan 2001

Un ricco manuale di lingua e cultura bambara

Additional DescriptionMore Details

Questo manuale di bambara, una delle lingue più parlate in Mali, non si limita ad illustrare la lingua, ma apre delle interessanti finestre sulla cultura e la società bambara, anche grazie all’uso di testi e canti in lingua tradotti in francese. Il libro è completato da un nutrito lessico bambara-francese e francese-bambara.


Price: 32,00€
28,80€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Manoukian Pascal | Derive | 66th and 2nd

Tre uomini costretti ad abbandonare il proprio paese in cerca di una vita migliore per la loro famiglia e per sé stessi, tre esistenze destinate a incrociarsi, tre viaggi con il medesimo punto d’arrivo: Villeneuve-le-Roi.

Additional DescriptionMore Details

Il moldavo Virgil si nasconde sotto il pianale di un camion per lasciarsi alle spalle gli anni di comunismo che hanno messo in ginocchio la sua terra. Assan scappa con l’unica figlia ancora in vita, travestita da maschio, da una Mogadiscio in piena guerra civile e preda di stupri e saccheggi. Chanchal fugge da Dacca, la capitale di un Bangladesh poverissimo, colpito da cicloni ricorrenti che spazzano via cose e persone. Ad attenderli in Francia troveranno, però, nuove privazioni e sofferenze, e nella quotidiana lotta per la sopravvivenza impareranno insieme a battersi per conservare la loro dignità e riconquistare la speranza nel futuro. Un libro potente e tragicamente attuale benché ambientato nel 1992, nel periodo successivo alla caduta del blocco comunista e alla firma della convenzione di Schengen. Un romanzo sul dramma della clandestinità e sui tanti a cui la vita non lascia scelta.

«Ancora oggi in nessuna lingua e in nessun dizionario riesce a trovare le parole adatte a descrivere quei diciotto giorni di traversata, quei duecentonovantasei chilometri che separano l’Africa senza speranza dall’Europa delle mille aspettative. Niente, nessun verbo, nessun aggettivo, nessun avverbio che sia all’altezza di ciò che hanno vissuto.»

Titolo: Derive
Autore: Pascal Manoukian
Editore: 66th and 2nd
Anno: 2016
pp.: 237


17,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Masto, Raffaele | Califfato Nero | Laterza Editori, 2016

Nigeria, Kenya, Mali, Somalia e molti altri paesi africani sono sotto attacco del terrorismo jihadista. Chi sono gli uomini che vogliono imporre la sharia a sud del Sahara? Cosa li spinge? Chi li finanzia e perché? Un reportage appassionante sul ‘grande gioco’ africano.

Additional DescriptionMore Details

L’obiettivo del terrorismo jihadista in Africa è quello di istituire un califfato nel continente nero sull’esempio di quanto fatto in Siria e in Iraq dall’Isis.
Tra le formazioni protagoniste di questa avanzata, la più sanguinaria ed efferata è la setta nigeriana Boko Haram, che si è macchiata di uno dei più clamorosi misfatti recenti: il rapimento di quasi trecento ragazze a Chibok, un evento che ha scosso e mobilitato l’opinione pubblica mondiale. Ma Boko Haram è solo una parte di un fenomeno globale di cui fanno parte anche i somali di al-Shabaab – collegati con il terrorismo di al-Qaeda – e le molte formazioni del Maghreb responsabili dei recentissimi attacchi in Mali e in Burkina Faso.
Ma perché proprio oggi questi eventi drammatici stanno squassando aree che mai prima erano state toccate dall’intolleranza confessionale e dall’odio religioso? La storia e l’analisi delle fonti di finanziamento e di reclutamento dimostrano che l’Africa è uno scenario aperto nel quale si giocano i prossimi equilibri geostrategici del pianeta.

Titolo: Califfato Nero
Autore: Raffaele Masto
Editore: Laterza Editori
Anno: 2016
pp.: 169


16,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Metraux Alfred | Il Vodu haitiano. Magia, stregoneria e possessione | Ghibli

Ancora oggi Haiti rappresenta un crocevia del tutto peculiare tra cattolicesimo, credenze popolari e rituali antichissimi. Di origine africana, il vodu – letteralmente “il segno del profondo” -rappresenta il fondamento delle pratiche religiose dei contadini e del proletariato urbano haitiano in cui magia, stregoneria e incantesimi si fondono assieme. Lo scrupoloso lavoro di osservazione condotto sul campo da Alfred Métraux si è rivelato fondamentale per inquadrare il ruolo ricoperto dal vodu nella cultura nazionale. Métraux analizza e ricostruisce le origini, la storia, le implicazioni sociali, gli aspetti magici e le pratiche del vodu in un’accurata e meticolosa indagine che chiama in causa l’etnografia, l’antropologia, la storia e la religione.

Additional DescriptionMore Details

Titolo: Il Vodu haitiano. Magia, stregoneria e possessione
Autore: Metraux Alfred
Editore: Ghibli
Anno: 2015
ISBN: 9788868011024


24,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Mezzalama, Chiara| Il giardino persiano| Edizioni E/O 2015

Lo sguardo di una bambina italiana sulla Rivoluzione Islamica

Additional DescriptionMore Details

“Nel giardino c’era un laghetto che circondava un’isola collegata da un ponticello di legno. Sull’isola quattro salici piangenti muovevano lentamente i loro rami nell’afa estiva, come fossero vecchi alberi stanchi, troppo vicini alla terra. La residenza era bianca, con delle colonne neoclassiche che la facevano assomigliare a un tempio”. Il giardino persiano è lo spazio interno dell’ambasciata italiana a Teheran, dove lavora il padre della protagonista, Chiara, che è anche l’autrice del racconto. Questo secondo romanzo di Chiara Mezzalama, traduttrice e psicoterapeuta, ci riporta alle vicende della sua famiglia, trasferitasi in Iran al seguito del padre diplomatico mentre era ancora una bambina, durante la nascita dell’odierna repubblica islamica. Rifugiandosi in questo giardino magico e fuori la tempo,Chiara trova riparo da un universo estraneo al suo mondo occidentale, caratterizzato dall’oppressione religiosa del nascente regime e, in seguito, dalla tragedia della guerra. Un mondo con cui Chiara è costretta a familiarizzare e che, con l’aiuto dei suoi genitori, cerca di comprendere.

Autore: Chiara Mezzalama
Titolo: Il giardino persiano
Editore: E/O
Anno: 2015


17,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Mosteghanemi, Ahlam | La memoria del corpo | Jouvence 2000

Storia di amore e passione tra Parigi e l’Algeria.

Additional DescriptionMore Details

Grande successo editoriale nel mondo arabo, il libro della poetessa algerina Mosteghanemi, è la storia di un amore tra un reduce dell’indipendenza d’Algeria e la figlia di un eroe di quella guerra. Sullo sfondo Parigi e la città di Costantina.


Price: 20,00€
18,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Nafisi, Azar | La repubblica dell’immaginazione | Adelphi 2015

Il nuovo libro della meravigliosa autrice di “Leggere Lolita a Teheran”

Additional DescriptionMore Details

“La vita ci abitua a vedere le cose sempre allo stesso modo; quando abbiamo bisogno di uno sguardo fresco andiamo nell’immaginazione per poi tornare e vedere con occhi nuovi la realtà, perché la letteratura è una notizia che rimane sempre fresca”

Anche se ormai cittadina americana, Azar Nafisi resta celebre ai lettori per il suo seminario clandestino in cui, durante il regime degli ayatollah, insegnava alle sue studentesse i classici occidentali, esperienza da cui è nato il celebre “Leggere Lolita a Tehran”. La letteratura ha bisogno di essere difesa ovunque, anche in una società che sembra offrire ai suoi cittadini le più ampie libertà, come quella americana, perché è l’unico antidoto alla pigrizia dell’intelletto: poiché l’immaginazione ha in se stessa un potere sovversivo. In quest’opera, intrecciando la sua originale interpretazione di tre classici ad alcuni frammenti autobiografici, l’autrice persiana ci offre un’appassionata difesa della letteratura e dell’immaginazione, considerate insieme rifugio e luogo di cambiamento sociale e di riscoperta di sé.

Autore: Nafisi, Azar
Titolo: La Repubblica dell’Immaginazione
Editore: Adelphi
Anno: 2015


19,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Nafisi, Azar | Leggere Lolita a Teheran | Adelphi 2007

“Ogni fiaba offre la possibilità di trascendere i limiti del presente e dunque, in un certo senso, ci permette alcune libertà che la vita ci nega.”

Additional DescriptionMore Details

“Ogni fiaba offre la possibilità di trascendere i limiti del presente e dunque, in un certo senso, ci permette alcune libertà che la vita ci nega. Tutte le grandi opere di narrativa, per quanto cupa sia la realtà che descrivono, hanno in sé il nocciolo di una rivolta, l’affermazione della vita contro la sua stessa precarietà. “

Quindici anni dopo la rivoluzione che ha instaurato la Repubblica Islamica, Azar Nafisi torna in Iran e chiede a sette delle sue migliori allieve universitarie di recarsi nel suo salotto. Un luogo lontano dalla violenza e dalla cupezza del regime teocratico degli ayatollah. In questo rifugio, le ragazze possono togliersi il velo e, soprattutto, scoprire se stesse attraverso i grandi classici della letteratura occidentale, considerata dal regime empia e pericolosa. La letteratura permette dunque di conoscere davvero la natura oppressiva del potere, quella che condiziona i desideri più intimi, persino la dimensione onirica, oggetto di sorveglianza e di censura. Il crimine fondamentale di ogni totalitarismo è quello di rendere i suoi cittadini suoi complici, tutti, senza eccezione. Come Lolita, le allieve di Nafisi sono prigioniere di uomini che pretendono di costringerle in una storia, in un’immaginazione che non è la loro. Il regime impone i suoi sogni sopra la realtà quotidiana. Lo scopo principale della politica, dice Nafisi, è invece quello di tenere lontano ogni governo dalla propria vita privata. In questo senso, la letteratura costituisce una forma di autodifesa. I grandi classici occidentali permettono dunque una rilettura della sconfitta collettiva rappresentata dalla Rivoluzione del 1979, che ha visto i laici e la sinistra schiacciati dalla maggioranza islamista, che ha definitivamente trionfato in seguito grazie alla guerra e alla retorica del martirio, fino agli sviluppi più recenti, che vedono la progressiva ascesa degli islamisti liberali, riformisti, più pragmatici e attenti alla carriera, meno agli slogan e agli ideologismi.

Autore: Nafisi, Azar
Titolo: Leggere Lolita a Tehran
Editore: Adelphi
Anno: 2007


12,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Nàgi, Ahmed | Vita: istruzioni per l’uso | Il Sirente

Un’improvvisa catastrofe naturale cambia per sempre l’aspetto della millenaria città del Cairo. Macerie, virus e malattie devastano la popolazione.

Additional DescriptionMore Details

Bassàm Bahgat produce documentari di propaganda per la “Società degli Urbanisti”, un’organizzazione segreta dedita alla ricostruzione del Cairo. Il documentarista però, non sa che sottile intento della Società è quello distruggere definitivamente la città, per crearne una nuova dalla forma futurista e commerciale. La sua vita cambierà improvvisamente con l’incontro di Ihàb Hassan, personaggio eccentrico e carismatico, che gli propone il suo progetto rivoluzionario, in contrapposizione a quello della Società: modificare la metropoli cairota affinché povertà e degrado urbano vengano per sempre estinti.

Un testo visionario e sperimentale in cui realtà e finzione si alternano e sovrappongono dando vita ad un interessante esperimento letterario, nel quale la parte grafica gioca un ruolo decisivo.

Titolo: Vita: istruzioni per l’uso
Autore: Ahmed Nàgi
Editore: Il Sirente
Anno: 2016
pp.: 266


18,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Nahai, Gina B. | La strega nera di Teheran | e/o 2016

La saga familiare dei Suleyman ci conduce attraverso due mondi ostili e culturalmente opposti

Additional DescriptionMore Details

Nella villa appartenente ad una famiglia di ricchi commercianti ebrei, costretta ad emigrare in America dopo la rivoluzione islamista, fa la sua comparsa una donna, la Strega Nera, proveniente dai miseri sobborghi di Tehran, la quale afferma che il suo bambino è figlio di Raphael, primogenito dei Suleyman e affetto da un disturbo mentale , per questa ragione messo da parte dal patriarca nella gestione del patrimonio familiare. Inascoltata, la Strega ingaggerà una spietata persecuzione della famiglia Suleymam che dalla Persia scossa li seguirà fino in America , luogo dove il figlio di Raphael salirà sulle alte vette del mondo della finanza, continuando, da qui, la persecuzione delle donne sopravvissute della famiglia Suleyman.


19,50€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Nappy Hour, seminario sui capelli afro con Evelyne Afaawua (Nappytalia)

Iscrizione on-line al seminario

Additional DescriptionMore Details

Il costo di partecipazione al seminario è di 15 € per i soci di Officina GRIOT.
Chi non fosse già socio GRIOT potrà fare la tessera eventi a 5€, oppure la tessera a 20€, necessaria per tutti coloro che frequenteranno corsi e laboratori futuri e che dà diritto allo sconto del 10% sull’acquisto di libri per un anno.
Per bambini (fino a 12 anni) accompagnati dai genitori il costo è di 5 € (senza tessera).
Il seminario si terrà con un minimo di 12 partecipanti.

Per info:
http://www.libreriagriot.it/2015/10/14/nappy-hour-seminario-sui-capelli-afro-con-evelyne-sarah-afaawua-nappytalia/
oppure scrivere a [email protected]


15,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Nardi, Carlo | L’altra metà del mondo | Italic Pequod 2015

Il racconto nel racconto di un Viaggio tra l’Europa e l’Oriente

Additional DescriptionMore Details

Carlo Nardi, giovane architetto marchigiano, rende viva, con questo romanzo storico, la sua passione per il viaggio e per la città di Venezia. Siamo nel 1628 e la Serenissima è la porta tra l’Europa e l’Oriente. Così, la lunga lettera di Jacopo Bon, protagonista dietro cui si cela l’autore, rivolta allo stampatore del racconto di un lungo viaggio in Oriente, diventa lo spunto per narrare la vicenda del protagonista. Giunto a Venezia a seguito di un nobile, Jacopo decide di partire per la Persia, giungendo alla città monumentale di Isfahan. Jacopo non è animato da un vago esotismo, ma dalla passione per la conoscenza e, per lui, il viaggio non sarà un rifugio dalla noia, ma una fonte di straniamento e, insieme, una rivelazione.

Titolo: L’altra metà del mondo
Autore: Nardi, Carlo
Editore : Italic Pequod
Anno: 2015


18,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Nasr, Hasan | Dar Al-Basha | Jouvence 2002

Romanzo onirico dello scrittore tunisino Hasan Nasr ambientato nel cuore della vecchia Tunisi.

 

Additional DescriptionMore Details

Storia in parte autobiografica del tunisino Hasan Nasr, un viaggio e un ritorno a Tunisi tra realtà e sogno.


Price: 12,00€
10,80€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Ngũgĩ wa Thiong’o | Decolonizzare la mente | Jaca Book 2015

Un raccolta di saggi fondamentali del grande intellettuale kenyano

Additional DescriptionMore Details

Ngũgĩ wa Thiong’o, scrittore, drammaturgo e saggista kenyano, è una delle figure intellettuali di maggiore rilievo non solo del continente africano, ma del panorama culturale mondiale. Con il volume “Decolonizzare la mente” (Jaca Book), i lettori italiani hanno oggi a disposizione quattro saggi di fondamentale importanza, per comprendere lo spessore intellettuale e artistico di questo personaggio. I saggi rappresentano la summa di un pensiero plasmato da anni di studio e dolorose esperienze vissute in prima persona. In particolare, la scelta di scrivere una pièce di critica al potere nella sua lingua madre, il gikuyu, in modo da poter essere compreso da ogni strato di pubblico, gli costò nel 1978 un anno di detenzione. Fu in quei mesi che l’autore maturò la convinzione che «l’arma più grande scatenata ogni giorno dall’imperialismo contro la sfida collettiva degli oppressi è la bomba culturale, una bomba che annulla la fiducia di un popolo nel proprio nome, nella propria lingua, nelle proprie capacità e in definitiva in se stesso».

Autore: Ngũgĩ wa Thiong’o
Titolo: Decolonizzare la mente
Editore: Jaca Book
Anno: 2015
Pagine: 128


14,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Nicolini; Bellingreri | Lampedusa. Conversazioni su isole, politica, migranti | EGA 2013

Un crocevia di incontri nel cuore del Mediterraneo

Additional DescriptionMore Details

Giusi Nicolini, combattiva sindaco di Lampedusa, e Marta Bellingreri, appassionata viaggiatrice, si confrontano sul Mediterraneo, su Lampedusa, e sulle tante traiettorie che su quest’isola si incrociano. Le vite dei migranti che qui cercano la porta per l’ingresso in Europa, le parole spesso vacue della politica che fatica ad affrontare un fenomeno perennemente inseguito come emergenza, le difficili esistenze degli isolani in un mondo che sembra spingerli ai margini.

Autore: Giusi Nicolini; Marta Bellingreri
Titolo: Lampedusa. Conversazioni su isole, politica, migranti
Editore: EGA
Anno: 2013
Numero pagine: 144


10,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Peled- Elhanan Nurit | La Palestina nei testi scolastici di Israele. Ideologia e propaganda nell’istruzione | EdizioniGruppo Abele 2015

Analisi del delicato rapporto tra istruzione, ideologia e violenza nel discorso israeliano sulla Palestina

Additional DescriptionMore Details

Secondo l’autrice, professoressa israeliana all’Hebrew University di Gerusalemme e vincitrice, nel 2001, del premio Sakharov per la libertà di pensiero, nell’istituzione scolastica risiede un potere maggiore rispetto a quello degli altri mass media. La scuola, infatti, attraverso i suoi testi di studio, trasmette le forme di classificazione, identità e appartenenza che veicolano i sentimenti nazionalisti. L’autrice, attivista politica che ha già suscitato forti dibattiti per le sue posizioni nei confronti dell’establishment israeliano, esamina una serie di testi scolastici di storia e geografia, impiegati nelle scuole tra il 1998 e il 2003, per descrivere come l’uso fortemente selettivo delle fonti sia chiaramente utilizzato per dare un’immagine stereotipata e distorta dei palestinesi, descritti come rifugiati, agricoltori primitivi e terroristi. Su questa immagine etnocentrica e disumanizzante viene dunque plasmata l’ideologia militare dei ragazzi che a diciotto anni devono obbligatoriamente arruolarsi nell’esercito e partecipare all’occupazione dei territori palestinesi. L’opera, che per molto tempo non è stata recensita da riviste accademiche, esamina, attraverso questo caso contingente quanto emblematico, il delicato rapporto che lega istruzione e società.

Titolo: La Palestina nei testi scolastici di Israele. Ideologia e propaganda nell’istruzione.
Autore: Peled- Elhanan Nurit
Editore: EdizioniGruppo Abele
Anno: 2015
Prezzo: 18 euro
pp.: 288


18,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Punto Zero | Mark Pastor | Neri Pozza

Nel 1887 Santa Isabel, incrocio di lingue e di popoli della Guinea equatoriale situato sull’isola di Bioko, sembra in tutto e per tutto il paesino di un presepe, con le sue casette minuscole collocate ordinatamente sul limitare della giungla.
Da bordo del piroscafo con cui è arrivato, Moisés Corvo osserva i volti lividi e sorridenti dei coloni europei: guance scavate, occhiaie, labbra screpolate da innumerevoli malattie tropicali. Si palpa allora la tasca alla ricerca della sua pillola di chinino. Ha vent’anni e arruolarsi, condurre una vita avventurosa, vedere il mondo, allontanarsi da casa, poter fare quello che gli pare senza dover rendere conto a nessuno, è sempre stato il suo sogno. Quelli della Infantería de Marina non hanno certo dovuto cercarlo a casa per reclutarlo a forza!

Additional DescriptionMore Details

Nel 1887 sbarcano a Santa Isabel anche One, Two, Three, Four, Five e Six. Non hanno un altro nome perché non dovrebbero esistere. Gli agenti della Woodsboro Fields Co. li hanno comprati dalle puerpere al momento della nascita. Le madri: prostitute di York, di Brighton, di Manchester, di Nottingham e di Ipswich. Donne che li avrebbero nutriti a fatica, con il loro latte acido e dal sapore di fuliggine. La Woodsboro Fields Co. ha comprato per loro un altro destino. Li ha nutriti, li ha fatti studiare e li ha addestrati.
Hanno un solo compito: rintracciare un certo Templeton Peabody, prezzolato dalla Woodsboro Fields Co. da tre anni perché accolga un giorno proprio loro, One, Two, Three, Four, Five e Six, e metta a loro disposizione dodici negri per trasportare l’equipaggiamento necessario alla missione: penetrare fino al Punto Zero, in quell’isola remota dove, un giorno del 1472, nel cuore della foresta vergine, l’esploratore portoghese Fernão do Pó incontrò Sir Douglas Moriarty.
Cinque di loro moriranno il primo gennaio del 1900, una macchia d’inchiostro su un registro disordinato e fitto di nomi. Loro lo ignorano naturalmente, ma alla Woodsboro Fields Co. lo sanno, cosí come sanno che Templeton Peabody il 10 novembre 1892 si suiciderà per non aver trovato una cura per il figlio malato di un lord che lui crederà di aver contagiato.
Già vincitore del prestigioso Premio Crims de Tinta, Marc Pastor torna con un romanzo originale, dalla forte suspense e dalla trama perfetta, che unisce il gusto per l’avventura alla Stevenson con le atmosfere piú fantascientifiche di Isaac Asimov.

Titolo: Punto Zero
Autore: Mark Pastor
Editore: Neri Pozza ( collana I neri)
Anno: 2015 pagg. 544
ISBN: 9788854509528


20,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Rivera, Annamaria | Guerra dei simboli. Veli postcoloniali e retoriche sull’alterità | Dedalo 2005

Un tentativo di decostruire i luoghi comuni che informano l’attuale terribile retorica sullo scontro di civiltà

Additional DescriptionMore Details

La nozione di civiltà sembrava in declino nei recenti sviluppi delle scienze umane, eppure ora sembra informare totalmente il dibattito sull’alterità, attraverso le due strategie opposte e complementari del terrorismo e dello scontro di civiltà. A quest’ultima proclamano di opporsi le retoriche del multiculturalismo e del relativismo, che di fatto consolidano una visione delle culture come entità statiche e, perciò, incomunicabili e contrapposte. Sviluppando la riflessione iniziata con l’Imbroglio etnico, Annamaria Rivera concentra la critica sulle attuali retoriche dell’alterità prendendo di mira queste ultime posizioni e cominciando dall’analisi di un luogo comune etnografico, il dibattito sul cosiddetto velo islamico e sul controllo del corpo e della sessualità femminile attraverso l’uso di segni e simboli esteriori. E’ da questa vicenda, infatti, che le attuali retoriche sull’alterità e sullo scontro di culture hanno trovato forza retorica. “Il pensiero dei Lumi ha sempre contenuto un lato oscuro, teso a sacrificare le parti alla totalità, a nominare una superiorità e un’inferiorità, a ricondurre il non identico all’identico un lato che oggi riemerge sommergendo il grandioso progetto di emancipazione e la straordinaria promessa di liberazione che l’illuminismo conteneva. Come antidoto, non si tratta di invocare il «diritto alla differenza » o di accontentarsi di rispettare le particolarità, né di compiacersi di un relativismo culturale pigro, muto, sterile”.

Titolo: Guerra dei simboli. Veli postcoloniali e retoriche sull’alterità.
Autore: Rivera Annamaria
Editore: Edizioni Dedalo
Anno: 2005


14,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Rivera, Annamaria | La bella, la bestia e l’umano. Sessismo e razzismo senza escludere lo specismo | Ediesse 2010

Una denuncia coraggiosa e una profonda analisi sull’attualità del vecchio razzismo

Additional DescriptionMore Details

“Quando il senso civico è debole e le relazioni sociali basate sulla reciprocità e sulla solidarietà si sono inaridite, quando prevale la cultura dell’individualismo, del consumismo, dell’egoismo o addirittura del cinismo collettivi, quando la rivendicazione e il conflitto sociale non hanno più lingua e forma in cui esprimersi. Così la comunità razzista diventa un surrogato della comunità civile, solidale, rivendicativa”. La società italiana attuale non appare segnata da uno scontro tra gruppi portatori di abitudini, tradizioni, visioni del mondo o ideologie differenti, ma da un vero e proprio rigurgito razzista, ossia da una rievocazione di una visione delle identità di gruppo come ancorate a fattori genetici, biologici, somatici: una naturalizzazione delle identità, piuttosto che una riconfigurazione del razzismo in forma de-biologizzata. E’ questo un tratto caratteristico delle società cosiddette pluriculturali, emerso in Occidente dopo l’erosione delle grandi visioni collettive della modernità, ma paradossalmente non ancora analizzato. L’interpretazione, o meglio la produzione dell’alterità in chiave naturalistica e biologica trasforma l’individualità in qualcosa di predeterminato e immodificabile, ugualmente alle strategie sociali che la governano ed è proprio per questo che il razzismo tradizionale, nonostante fosse ormai da tempo invalidato da una prospettiva scientifica, riemerge prepotentemente come strategia per organizzare la convivenza sociale. Il razzismo si intreccia così le altre forme di organizzazione della differenza, e dell’oppressione, fondate su spiegazioni e su una giustificazione di tipo biologico, il sessismo e lo specismo, che tuttavia mantengono le proprie specificità. Il discorso di Annamaria Riversa cerca di analizzare queste discorsività, individuandone i nessi e le ragioni della persistenza, cercando anche una loro soluzione. E’ possibile delineare una modalità per coesistere senza assimilare gli altri alla propria visione e, al contempo, senza imprigionarli in identità predeterminate e immodificabili, come fa la prospettiva del multiculturalismo. E’ invece possibile problematizzarsi a partire dall’assunzione della prospettiva dell’altro, o quantomeno dal suo tentativo. Non si tratta infatti di una conclusione risolutoria, ma della definizione di sempre nuove problematiche.

Titolo: La bella, la bestia e l’umano. Sessismo e razzismo senza escludere lo specismo.
Autore: Rivera Annamaria
Editore: Ediesse
Anno: 2010


12,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Rivera, Annamaria | La città dei gatti. Antropologia animalista di Essaouira | Dedalo 2016

Etnografia animalista e antispecista di una città meravigliosa

Additional DescriptionMore Details

Con stile vivace e intrecciando la narrazione in prima persona con l’analisi antropologica, l’autrice disegna un ritratto
singolare di questa città del Sud-Ovest del Marocco, contraddistinta da una presenza di gatti così numerosa e accettata da segnare nettamente il paesaggio urbano. Il volume, corredato da un apparato fotografico inedito, ha per tema centrale il rapporto degli abitanti di Essaouira con i gatti, ma anche con i gabbiani e i cani: questi, all’opposto dei primi, di solito poco apprezzati nelle società a maggioranza musulmana. Rivera mostra come al carattere cosmopolita della città e alla sua pluralità culturale e religiosa corrispondano relazioni con i non–umani per lo più guidate da tolleranza, empatia, compassione. E ciò riguarda soprattutto gli strati subalterni della società, che si concedono così quel che l’autrice definisce “il lusso dei poveri”. Ciò nonostante, anche qui si pratica il sacrificio rituale di animali, tema cui l’antropologa dedica una parte della sua riflessione.

Autrice: Annamaria Rivera
Titolo: La città dei gatti. Antropologia animalista di Essaouira
Editore: Dedalo
Anno: 2016
Pagg.: 208


16,50€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Rojava Calling | Kobane, diario di una resistenza | Alegre 2015

Gli attivisti della staffetta Rojava Calling raccontano la storia di una resistenza “che parla al mondo intero”

Additional DescriptionMore Details

La resistenzkobane-alegrea popolare a Kobane ha mostrato l’esistenza di una terza via tra il fascismo islamico dell’Isis e l’imperialismo occidentale che si nutre di islamofobia. E sempre in Rojava, regione a maggioranza curda del nord della Siria, è nato l’esperimento del “confederalismo democratico”, sistema di autogoverno che rimette in discussione gli Stati-nazione e che persegue un’economia solidale, riaffermando il principio di autodeterminazione dei popoli. Eppure questa esperienza fondamentale di lotta all’Isis, che potrebbe rappresentare anche un punto di svolta nella questione curda aperta da quasi un secolo, viene boicottata dal Governo turco e ignorata dai media occidentali. Non solo, tuttora il Pkk di Abdullah Öcalan è annoverato tra le organizzazioni terroristiche, al pari proprio dell’Isis che combatte. Collettivi e singoli – tra cui Zerocalcare che cura la prefazione a fumetti di questo volume – hanno sentito la necessità di recarsi a Kobane e a Suruç, in territorio turco a pochi metri dal confine, dando vita alla staffetta italiana “Rojava calling” per portare solidarietà concreta e dare visibilità a chi non si è mai arreso e continua a lottare per la propria autonomia. Questo libro è il loro diario di viaggio collettivo, raccontato in prima persona plurale dalle decine di attivisti che si sono succeduti nelle staffette. Un racconto corale dei veri protagonisti di questa drammatica e straordinaria esperienza, che come tutte le resistenze parla non soltanto al popolo curdo ma al mondo intero.

Titolo: Kobane, Diario di una resistenza
Autore: Rojava Calling
Editore: Alegre
Anno: 2015


14,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Roland Lazenby | Michael Jordan: la vita. | 66th and 2nd

Nel marzo del 1982 un diciannovenne di Wilmington, North Carolina, segnò i due punti che regalarono il titolo nazionale ai Tar Heels. Inizia così la leggenda di Michael Jordan, destinato a trasformarsi di lì a poco in un’icona della cultura americana, capace di trascendere lo sport e abbattere le barriere etniche e generazionali. Roland Lazenby ci offre un ritratto completo, partendo dall’infanzia trascorsa con l’indomito bisnonno Dawson, per arrivare all’avventura deludente come manager, e soffermandosi sull’epopea dei Chicago Bulls, ovvero la cavalcata sportiva più avvincente di ogni tempo.

Additional DescriptionMore Details

Titolo: Michael Jordan: la vita.
Autore: Roland Lazenby
Editore: 66th and 2nd (collana Vite inattese)
Anno: 2015, pagg. 782.
ISBN: 9788898970131


23,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Rovelli Marco | La guerriera dagli occhi verdi | Giunti Editore

La storia vera di Avesta Harun, la guerrigliera curda che ha sfidato il califfato.

Additional DescriptionMore Details

Avesta Harun ha ventidue anni quando sale in montagna seguendo le orme di Harun, l’adorato fratello. Lascia Mezri, lascia Turgut Reis, i villaggi curdi dove con la famiglia è cresciuta e ha imparato a conoscere le cose, ad amarle. Imbraccia il fucile per dare il suo contributo alla lotta per un Kurdistan libero, e la sua forza è così grande, l’energia che mette in tutto così viva, che presto le chiedono di entrare nel gruppo speciale, e altrettanto presto diventa comandante della sua squadra.
Tante ragazze, come lei, hanno scelto quella vita sui monti del Qandil, tra le foreste, nella neve. Non si poteva lasciare che il governo turco strozzasse le voci in gola, spegnesse i fuochi di festa, negasse la vita, come ora non si può soccombere ai missili e alle bombe delle milizie islamiche.
Contro il Daesh, Avesta Harun combatterà una battaglia esemplare. Sarà, con la squadra che ovunque la segue, baluardo di resistenza e testimonianza di chi propone una vita comunitaria radicalmente democratica.
Nel suo grido di battaglia le voci di un popolo intero, un coro che chiama da tempi lontani ma che oggi, come sempre, chiede solo libertà.

Titolo: La guerriera dagli occhi verdi
Autore: Rovelli Marco
Editore: Giunti Editore
Anno: 2016
pp.: 158


16,50€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Roy, Olivier | Islam alla sfida della laicità | Marsilio 2008

Un prezioso pamphlet contro il fondamentalismo xenofobo di matrice occidentale

Additional DescriptionMore Details

Considerato uno dei massimi esperti del mondo musulmano, Olivier Roy è da tempo impegnato a colpire gli stereotipi con cui interpretiamo il mondo islamico e la violenza jihadista. A suo avviso, quest’ultima altro non è che un mito radicale analogo a quello della rivoluzione che decenni fa contagiò la sua generazione. Un analogo senso di esclusione e una simile crisi di identità attraversano questi giovani, pur lontani nel tempo. Per loro la violenza in se stessa diventa positiva e liberatrice. Di per sé, quindi, la religione non c’entra nulla. Secondo l’autore l’identità musulmana, la fede islamica autenticamente vissuta e praticata, può sopravvivere benissimo in una società laica e secolarizzata. La visione opposta che molti coltivano non è altro che un riflesso delle nostre paure, dei nostri incubi. Incubi di cui si nutrono, e su cui lucrano, le forze politiche xenofobe.

Titolo: Islam alla sfida della laicità. Dalla Francia una guida magistrale contro le isterie xenofobe.
Autore: Roy Oliver
Editore: Marsilio
Anno: 2008
pp.: 224


10,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Sagnet; Palmisano | Ghetto Italia. I braccianti stranieri tra capolarato e sfruttamento| Fandango Libri

Dalla Puglia al Piemonte, passando per la Lucania, il Lazio e la Campania, i braccianti immigrati sono sempre più spesso vittime di un caporalato feroce, che li rinchiude in veri e propri “ghetti a pagamento”, in cui tutto ha un prezzo e niente è dato per scontato, nemmeno un medico in caso di bisogno.Si tratta di un complesso sistema criminale in cui a rimetterei sono solo i braccianti, costretti a pagare cifre impensabili per vivere stipati in baraccopoli insalubri, lontano da qualsiasi forma di civiltà. Un reportage fatto di storie raccontate da chi vive in questa situazione al limite della sopportazione fisica e psicologica, un incredibile viaggio nei nuovi ghetti disseminati per l’Italia da nord a sud. La mappa di un paese ridisegnato da razzismo, ingiustizia e indifferenza. “Ghetto Italia” è questo e molto altro ancora.

Additional DescriptionMore Details

Titolo: Ghetto Italia. I braccianti stranieri tra capolarato e sfruttamento
Autore: Sagnet Yvan; Palmisano Leonardo
Editore: Fandango Libri (collana Documenti)
Anno: 2015 pagg. 234
ISBN: 9788860444820


15,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Saro-Wiwa, Noo | In cerca di Transwonderland | 66thnd2nd 2015

“E’ stato il più alienante dei ritorni a casa”.

Additional DescriptionMore Details

Un libro che racconta la Nigeria con lo sguardo di una viaggiatrice d’eccezione: Noo, figlia dello scrittore e attivista Ken Saro-Wiwa. Noo ha con la Nigeria un rapporto di amore e odio: non ci è nata ma la conosce da piccola, quando suo padre costringeva la famiglia a trascorrervi delle vacanze estive che i figli vivevano come un supplizio. Dopo la morte del padre niente più vacanze, un lungo periodo di lontananza, interrotto quando il desiderio di scoprire davvero il cuore del paese ha la meglio sui fantasmi del passato.

Titolo: In cerca di Traswonderland
Autore: Saro-Wiwa Noo
Editore: 66thnd2nd
Anno: 2015


18,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Shibli, Adania| Pallidi segni di quiete| Argo 2014

Le storie più belle della giovane autrice palestinese

Additional DescriptionMore Details

“ Quando vivi in una realtà come la Palestina pensi che sia normale questo perché non hai esperienze da confrontare che ti permettano di dire questo è normale, questo è anormale. Tutto ti sembra normale. Quando ho lasciato la Palestina, ho impiegato diverso tempo per apprezzare il fatto di vivere in una terra dove ci fosse pace e non occupazione, umiliazione e oppressione. Era come se al mio corpo mancasse qualcosa. Quando ritorno lì, sento ora il bisogno di una vita diversa ma, progressivamente, sento anche questa tensione fisica: so che in Palestina ci sono comunque delle persone che non vivono in pace. Quando questo sarà finito, ci vorrà del tempo per abituarci. “
Secondo Adania Shibli -già nota al pubblico italiano grazie al romanzo Sensi,pubblica da Argo nel 2007 – nata in Galilea nel 1974, in una famiglia di accaniti lettori, chiunque in grado di scrivere può considerarsi uno scrittore, perché la scrittura è sempre un’ attività interiore ed intima, anche quando si ha di fronte un pubblico ampio. In questi racconti nell’interiorità dell’autrice si riflette sul vissuto drammatico del popolo palestinese.

Autore: Adania Shibli
Titolo: Pallidi segni di quiete
Editore: Argo
Anno: 2014


14,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Shoneyin, Lola | Prudenti come serpenti | 66thand2nd 2012

Il romanzo di esordio di una giovane scrittrice nigeriana

Additional DescriptionMore Details

Sul matrimonio di Bolanle, giovane e istruita, e Baba Segi, grassoccio poligamo di mezz’età, incombe il peso della presunta sterilità della donna. Baba Segi però non si perde d’animo e, stanco dei rimedi tradizionali, decide di rivolgersi alla medicina ufficiale…ma tutto è davvero come sembra? E perché la decisione del capofamiglia provoca tanto scompiglio tra le altre mogli, tanto da portarle a complottare contro Bolanle? Al lettore non resta che scoprirlo in questo brillante romanzo ambientato nella Nigeria contemporanea.

Autore: Lola Shoneyin
Titolo: Prudenti come serpenti
Editore: 66thand2nd
Anno: 2012, p. 252


16,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…

Sönmez Buhran|Istanbul Istanbul | Nottetempo

Una cella, quattro uomini, dieci giorni, una moltitudine di storie: un dottore, un barbiere, uno studente e un vecchio rivoluzionario sono incarcerati in una stanza angusta e gelata nei sotterranei di Istanbul. Fra gli interrogatori, le torture, il tempo sospeso e l’immobilità forzata cui sono inchiodati, scoprono l’incanto e il potere della parola come unica via di fuga possibile.

Additional DescriptionMore Details

Come nel Decamerone, trascorrono il tempo della loro segregazione raccontandosi storie. È così che, in una narrazione corale, svelano il filo che li lega e il motivo per cui si trovano imprigionati: nella Istanbul sopra la cella, quella che vive e brulica tra bellezza e orrore, qualcosa sta per accadere, un cambiamento, una rivoluzione… Ed è la città, con tutti i suoi contrasti, le sue contraddizioni e le infinite realtà che la compongono, la vera protagonista del libro: la Istanbul “di sopra” insieme alla Istanbul sotterranea, quella della speranza e della luce mescolata – fin dal titolo – alla sua gemella, quella dell’ombra, dell’arroganza degli uomini, della brutalità del potere.

Titolo: Istambul Istambul
Autore: Buhran Sönmez
Editore: Nottetempo
Anno: 2016
pp.: 299


17,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…
Pages: Pagine:1 2 3 4 5Successivo >Ultimo »

Creative Commons Attribuzione

I contenuti di questo sito sono rilasciati con la licenza
Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported License
ad esclusione delle immagini di copertina.