Kassir, Samir | L’nfelicità araba | Einaudi 2008

Kassir, Samir | L’nfelicità araba | Einaudi 2008

L'ultima testimonianza del pensiero critico di Samir Kassir, "il manifesto del dissenso arabo"

Samir Kassir è stato uno storico e un giornalista libanese. Dopo aver c collaborato con giornali del calibro di Le Monde Diplomatique e aver conseguito, in Francia, il dottorato in Storia Moderna e Contemporanea, negli anni Novanta torna al suo paese di origine per insegnare all'università San Joseph, continuando la sua attività di giornalista e portando avanti il suo impegno politico a sinistra, sostenendo la democratizzazione della Siria e la causa del popolo palestinese. Nel 2005, a Beirut, dove lavorava per il quotidiano An Nahar, Samir Kassir viene assassinato da un commando terrorista.
In questo suo testamento-manifesto, Samir Kassir unisce la conoscenza del passato, propria dello storico, allo sguardo vivo sul presente, tipica del giornalista, ma anche l'immaginazione visionaria che ogni attivista politico dovrebbe avere, per farsi portavoce di un nuovo inizio per le società arabe. A suo parere, come è hanno saputo fare un tempo, quando erano grandiose, le società arabe devono essere in grado di guardare al futuro, esaminando il presente con uno sguardo critico rinnovato, che sappia rielaborare quella modernità in cui alcuni vedono soltanto una minaccia. "L'infelicità araba" testimonia un pensiero critico, libero da qualsiasi costrizione ideologica, che non sia la difesa della libertà e della democrazia, a favore delle quali l'autore si è sempre battuto, fino al suo sacrificio.

Titolo: L'infelicità araba
Autore: Kassir Samir
Editore: Einaudi
Anno: 2006
pp.: 92

8,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart...

Creative Commons Attribuzione

I contenuti di questo sito sono rilasciati con la licenza
Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported License
ad esclusione delle immagini di copertina.