Diome, Fatou|Sognando Maldini|Edizioni Lavoro 2004

Diome, Fatou|Sognando Maldini|Edizioni Lavoro 2004

«... il Terzo mondo non può vedere le piaghe dell' Europa accecato com' è dalle sue; non può udirne il grido, assordato dal suo. Avere un colpevole attenua la sofferenza. "

Romanzo d'esordio della scrittrice senegalese Fatou Diome, Le Ventre de l'Atlantique, suo titolo originale, ha ottenuto un vastissimo successo di pubblico e di critica in Francia, restando per due settimane in cima alla classifica dei libri più venduti. Nel rapporto tra Salie,voce narrante, immigrata ormai da anni al di là delle Alpi, e il suo fratellino Madické, detto " Maldini" in virtù della sua passione per il calcio, si confrontano le speranze e le disillusioni che alimentano la migrazione tra il Senegal e la Francia, i due luoghi centrali dell'opera di Diome e della sua stessa vita. Madické incarna le speranze del suo popolo e della sua generazione, costretta ad attraversare quel tratto di mare che si inserisce tra gli altri due poli della narrazione e che in se stesso sembra includere le opposte possibilità dell'esperienza migratoria, la libertà e la perdita. All'ottimismo del piccolo Madické si oppone la cruda realtà di vivere nell'ex colonia: dove si è "negri" prima che cittadini e dove l'integrazione è piuttosto una " pessima pubblicità Benetton" . Una realtà taciuta da molti di coloro che riescono a realizzare il sogno del piccolo Maldini, ed è attraverso la voce narrante della sorella Salie che l'autrice sporge un'aspra denuncia delle contraddizioni morali della civiltà europea, rese tanto più evidenti perché accostate ad una visione altrettanto nuda e realistica del suo continente nativo.

11,00€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart...

Creative Commons Attribuzione

I contenuti di questo sito sono rilasciati con la licenza
Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported License
ad esclusione delle immagini di copertina.