Proiezione di “Scalo a Pajol” di Mahamoud Ibrahim e “Africa 50” di René Vautier

Sabato 21 novembre alle 18,30 GRIOT vi invita alla proiezione dei film “Africa 50” di René Vautier e “Scalo a Pajol” di Mahamoud Ibrahim

Le proiezioni saranno introdotte da Aude Fourel, ricercatrice, artista e filmaker che ha curato i sottotitoli in italiano
All’incontro parteciperà in collegamento skype il regista di “Scalo a Pajol” Mahamoud Ibrahim

“Africa 50” (1950) e “Scalo a Pajol” (2015) sembrano essere due film molto lontani tra loro, almeno da un punto di vista temporale. Eppure si tratta di due storie profondamente legate: un discorso critico sulle politiche europee in materia di migrazioni e sugli inquietanti esiti del Vertice di Malta non può prescindere dalla storia coloniale di paesi come la Francia e l’Italia. Una storia troppo spesso rimossa ed ignorata.

AFRICA 50, 1950, 20′ di René Vautier
afrique50-5Nel 1949 René Vautier, giovane regista di 21 anni e resistente decorato della Croce di Guerra nel 1944, appena diplomato dell’IDHEC (Scuola Nazionale di Cinema di Parigi, oggi La Fémis) parte per la Costa D’ Avorio per girare un documentario ordinato dalla Lega dell’Istruzione.
René Vautier  racconta “quello che è vero” decidendo di non servire gli interessi della  propaganda ufficiale e filmando ciò che vede quotidianamente: la mancanza di medici e insegnanti, i crimini commessi dall’esercito francese e lo sfruttamento delle popolazioni colonizzate.
Le autorità coloniali rimproverano René Vautier di filmare senza l’autorizzazione del governo. Ricercato, ufficialmente espulso, fugge verso Bamako e filma clandestinamente lungo un percorso di mille chilometri tracce di oppressione e di repressione. Al termine di un viaggio di quasi un anno, riuscirà grazie alla solidarietà di africani, di pescatori bretoni, di giudici e di doganieri a tornare in Francia e a rimpatriare le pellicole del film. René Vautier consegna le pellicole alla Lega dell’Istruzione che vengono sequestrate dalla polizia. Durante un interrogatorio, grazie a un sotterfugio riesce a salvaguardare 21 bobine positive sulle 60 girate per realizzare il montaggio di Africa 50.
Africa 50 è il primo film francese dichiaratamente anticoloniale. Censurato dal 1950 al 1990, porterà 13 accuse a René Vautier e una condanna a un anno di carcere.

SCALO A PAJOL, 2015, 13′ di Mahamoud Ibrahim
escale a pajol (1)Yacoub, giovane ragazzo libico, è fuggito dalla guerra; arrivato in Francia dopo aver attraversato il Mediterraneo, si ritrova con altri migranti in un campo nel quartiere Pajol del 18 arro
ndissement di Parigi.
Mahamoud Ibrahim è un regista comoriano appassionato di fotografia. Dopo gli studi cinematografici all’Università Rennes 2 (Francia), decide di tornare alle Comore per dedicarsi a un film documentario sul suo paese. Nel 2015, segue i corsi della Summer School della Femis (Scuola Nazionale di Cinema – Francia) e realizza il cortometraggio “Scalo a Pajol”.

Sabato 21 novembre alle 18,30 GRIOT ospita la proiezione di “Africa 50” e “Scalo a Pajol”. L’incontro sarà a cura di Aude Fourel, ricercatrice, artista e filmaker, e vedrà la partecipazione del regista Mahamoud Ibrahim in collegamento skype.

Creative Commons Attribuzione

I contenuti di questo sito sono rilasciati con la licenza
Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported License
ad esclusione delle immagini di copertina.