Sfogliando Haiti, tra le due sponde dell’Atlantico Nero


« J’ai quitté là-bas, mais je ne suis pas encore d’ici » Dany Laferrière

hatiuf6fs6Domenica 7 Marzo alle 18.30, a due mesi dal terremoto che ha devastato Haiti, la Libreria Caffè GRIOT dedica una serata-omaggio alla straordinaria letteratura dell’Isola Caraibica. Sfogliando le pagine di scrittori e scrittrici tra cui Dany Laferrière, Louis-Philippe Dalembert, Lionel Trouillot, Edwige Danticat e altri si leggerà l’isola in prospettiva – sullo sfondo delle eroiche vicende che la portarono a diventare la prima repubblica governata da neri nel 1804, l’influenza del vudù e la diasporizzazione delle élite durante gli anni della dittatura di Duvalier e poi di Aristide – cercando di mettere a fuoco la complessa questione dell’identità creola e della tensione tra le due sponde, africana e caraibica dell'”Atlantico Nero”.

Conduce la serata Marie-José Hoyet (docente di Letteratura francese specializzata nel mondo nero e traduttrice). Letture della scrittrice Ingy Mubiayi Kakese.

Edizioni Lavoro, devolverà una parte del ricavato della vendita dei romanzi haitiani al fondo Cgil-Cisl-Uil e Confindustria per Haiti.

Creative Commons Attribuzione

I contenuti di questo sito sono rilasciati con la licenza
Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported License
ad esclusione delle immagini di copertina.