Poesia

Pages: Pagine:1 2 3 4 5Successivo >Ultimo »

Tassadit, Yacine (a cura di) | Nuara. Quaderno poetico di una donna cabila| Edizioni Lavoro 1996

La storia di Nuara raccontata dalle sue poesie, raccolte dalla ricercatrice algerina Yacine Tassaidet, testimoniano la privazione del suo vissuto di donna, rievocando un mondo forse ancora troppo vicino a noi.

Additional DescriptionMore Details

“Vorrei vederti rinchiuso in prigione .Fra quattro mura .Prostrato. Là avresti modo di riflettere .Si farebbe più tenero il tuo cuore .E finalmente capiresti (…) T’ho dato tanto .Non potrò più dare .E per te verrà il tempo della solitudine .Di te seppelliremo anche il ricordo . Allora conoscerai l’amarezza del mio dolore. Lo strazio della mia privazione”.
Sono poesie nate dall’ “odio duro, che è peggiore della morte” quelle scritte da Nuara una volta arrivata in Francia, nate dall’imposizione del nuovo marito che lei detesta, come del resto tutti gli altri. Nuara, orfana fin da bambina, si è sposata ben cinque volte. I suoi versi rievocano la tradizione berbera degli izlan, brevi componimenti amorosi, cantanti dalle donne alla fontana, il loro unico spazio di autonomia e di condivise. L’amore è stato un tempo promesso a Nuara, ma ora per lei il matrimonio rappresenta solo privazione. Per lei hanno deciso sempre i suoi parenti maschi, non è stata libera di scegliere: l’unico strumento di resistenza per Nuara, privata di un amore rimasto sempre e solo immaginato, è stato la scrittura.

Titolo: Nuara. Quaderno poetico di una donna cabila
Autore: Tassadit Yacine ( a cura di)
Editore: Edizioni Lavoro
Anno: 1996


41,32€Price:
0,00€P&P:
Loading Updating cart…
Pages: Pagine:1 2 3 4 5Successivo >Ultimo »

Creative Commons Attribuzione

I contenuti di questo sito sono rilasciati con la licenza
Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported License
ad esclusione delle immagini di copertina.